Articoli

Valle d’Aosta con bambini: Baby Snow Park di Ollomont in Valpelline

Baby snowpark Ollomont - Aosta

Una Valle d’Aosta ancora tutta da scoprire: Baby Snow Park di Ollomont per un week end sulla neve anche con i bambini piccoli.

Lo scorso fine settimana avevamo voglia di neve e di fare la nostra valigia per tre.

Desideravamo partire per un posticino non troppo lontano e goderci la montagna senza troppa folla, senza spendere un capitale, con il solo obbiettivo di respirare aria di montagna e giocare tutti e tre con la neve. Ci siamo riusciti? Direi di si!

Scegliamo la Valle d’Aosta che dista davvero poco dal Piemonte, siamo fortunati, da Torino ci si arriva in appena un’ora e mezza.

La Valle d’Aosta con i bambini è davvero una scelta ideale. I suoi paesaggi incontaminati e un’ampia scelta alberghiera di alto livello rendono questa regione una destinazione perfetta per le famiglie con bambini anche piccoli.

Ma c’è una Valle d’Aosta ancora da scoprire, lontano dalle chiassose e affollate località sciistiche, una Valle d’Aosta meno frequentata ma ugualmente meravigliosa.

Partiamo direzione Valpelline!

Strade innevate, Ollomont - Aosta

Valpelline, in Valle d’Aosta con bambini

La Valpelline è una valle incantevole in ogni stagione dell’anno.

La Valle prende il nome dal suo capoluogo Valpelline , un piccolo paese di media montagna che si trova ad un’altezza di 960 mt. Ha un piccolo borgo caratteristico, bar, ristorante, forno, piccolo market, macelleria e farmacia.

Comune di Valpelline - Aosta

Una zona poco nota, tranquilla e riservata dove potersi concedere il sapore della montagna di una volta, in cui cultura e tradizioni fanno da contorno ideale per una vacanza formato famiglia.

I verdi pascoli, i fiori, i laghi e i trekking a piedi e a cavallo lasciano spazio in inverno a una candida coltre di neve e quindi via libera allo sci, agli Snow park e ai giochi sulla neve.

Casette sulla strada per Ollomont - Aosta

Di impianti, seggiovie o funivie però qui non se ne vedono. Questa Valle si colloca nell’ambito dei principi del turismo eco sostenibile, che non offre al turista tutto ciò che chiede, ma è la meta ideale di un turismo slow che può godere della vera montagna, rispettandola e ammirando la sua anima selvaggia.

Baby snow park di Ollomont

Snowpark per bambini a Ollomont - Aosta

La prima esperienza di discesa col bob del nostro piccolino? E’ a Ollomont!

Pista di Bob a Ollomont - Aosta

Il baby snow park di Ollomont è dotato di tapis roulant, castelli gonfiabili, una pista tubing, bob e giochi gratuiti anche per bambini piccoli.

Giochi gonfiabili per bambini a Ollomont - Aosta

Il nostro piccolino si è divertito in tutta sicurezza in un ambiente non troppo grande e non particolarmente affollato, condizione ideale per un dolce approccio alla neve.

Giochi per bambini nello snowpark di Ollomont - Aosta

La Sciovia Berio e il Parco giochi sulla neve di Ollomont si trovano in Loc. Le Morion. Da Valpelline seguite le indicazioni che deviano a sinistra verso Ollomont  e dopo una decina di minuti, senza troppe curve, troverete lo Snow park sulla vostra destra. Parcheggio non affollato e un bar ristorante.

Snowpark per bambini a Ollomont - Aosta

Sulla neve il tempo passa davvero in fretta e lo splendido sole rende la giornata perfetta, fino alle 16 il parco è soleggiato! Ci buttiamo sui giochi morbidosi in cerca della prima abbronzatura.

Scivolo gonfiabile per bambini nello snowpark di Ollomont - Aosta

Troverete bob, slittini e giochi cavalcabili.Tutto compreso con l’ingresso allo Snow park.

Giochi per bambini nello snowpark di Ollomont - Aosta

Il caschetto per i bimbi è obbligatorio quindi se ce l’avete portatelo! Oppure potete noleggiarlo, come abbiamo fatto noi, al costo di 3 euro nella capannetta all’interno del parco, dopo la biglietteria.

Snowpark di Ollomont - Aosta

Apertura Baby Snow Park Ollomont

l parco è aperto dal 08 dicembre fino al 31 marzo  con i seguenti orari 09:00 – 16:30

Costi Baby Snow Park Ollomont

Intero: € 7.00 – ridotto: € 6.00 – pomeridiano: € 4.00 – minori di 2 anni: gratuito.

Baby snowpark di Ollomont - Aosta

Impianti sciistici Sciovia Berio

Se invece volete sciare e farlo con i vostri piccolini dovrete aspettare che abbiano compiuto i 4 anni e mezzo (noi siamo impazienti!!) .

Impianti sciistici Sciovia Berio - Aosta
I costi qui sono abbastanza contenuti. Un maestro per un’ora di corso vi costerà 35 euro e 10 euro in più per ogni bambino che si aggiunge.
Impianti sciistici Sciovia Berio - Aosta

I costi degli impianti sciistici 2017/2018 non sono cambiati dall’anno scorso e li potete trovare su Prezzi Sciovia Berio .

Piste da sci per bambini a Ollomont - Aosta

Dove dormire

Le proposte in zona sono innumerevoli tra hotel, chalet, b&b, agriturismi, dalle sistemazioni più rustiche a quelle più esclusive.

Noi abbiamo scelto un delizioso b&b ovviamente family friendly.

Leggi il post B&B il Canto del Bosco: un soggiorno family friendly a Valpelline

Attività in zona

Se avete più di una giornata a disposizione potete salire fino a Bionaz (che a giudicare dalle foto anche in estate deve essere proprio un meraviglia!) per fare pupazzi di neve o tuffarvi alla scoperta della vicina Aosta.

Aosta in mezza giornata

Aosta dista davvero pochi km da Valpelline e da Ollomont.

Dopo aver giocato nella neve nel borgo di Bionaz decidiamo di andare ad Aosta.

Arriviamo per l’ora di pranzo e  lasciamo la macchina nel parcheggio vicino alla Porta Pretoria.

Porta Pretoria Aosta

Torre Porta Pretoria Aosta

Proprio li accanto potete visitare il Teatro Romano di Aosta e tuffarvi in epoca romana!

Abbiamo percorso tutto il centro pedonale via Edouard Aubert pranzando in un localino caratteristico a base di gnocchi rigorosamente alla fonduta (il nostro piccolino ne va matto!).

Arriviamo fino alla Piazza Émile Chanoux davanti al Municipio dove noncuranti della pioggia corriamo dietro ai colombi, viva le gioie semplici!

Piazza Émile Chanoux davanti al Municipio - Aosta

Piazza Émile Chanoux davanti al Municipio - Aosta

Concludiamo la visita con la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista e, chi viaggia o ha viaggiato con una bambino di due anni lo sa che spesso è bene farlo, rendiamo la cosa divertente anche per il nostro fagiolino. Tutti e tre a rincorrerci e a  giocare nelle pozzanghere davanti alla Cattedrale, troppa Peppa Pig!

Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista - Aosta

Aosta è una delle poche città europee in grado di abbinare la cultura millenaria dell’epoca romana alle rinomate zone sciistiche.

Campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista - Aosta

La città offre negozi, musei, arte e tradizioni culinarie (non dimenticatevi di portare a casa le famose e deliziose tegole).

E se al vostro soggiorno non volete far mancare una famosa e rinomata località sciistica non perdetevi assolutamente la vicinissima Pila: super panoramico paradiso della neve che domina Aosta.

Insomma una regione che accontenta ogni gusto, dal più riservato a quello più mondano, dallo sciatore principiante al più esperto, insomma una Valle d’Aosta davvero spettacolare per tutti.

B&B il Canto del Bosco: un soggiorno family friendly a Valpelline

C’è la Valle d’Aosta delle famose e affollate località turistiche e poi c’è quella che piace a noi, più riservata e silenziosa.

Lo scorso week-end siamo proprio andati alla scoperta di una Valle d’Aosta più accessibile, dove si respira il profumo della montagna di una volta, dove le persone accolgono le famiglie come fossero amici di lunga data.

Luoghi in cui le case sono in tipico stile valdostano con muri in pietra e tetti in lose, dagli interni in legno riscaldati dal fuoco di un camino.

Sognavamo un ambiente caldo e familiare, nella quiete di una montagna innevata. E dopo una giornata sulla neve allo snow park di Ollomont, tra slittini e giochi gonfiabili, abbiamo trovato tutto questo in un luogo speciale a Valpelline: il delizioso Bed and Breakfast Il Canto del Bosco.

Il poetico suono del nome ci aveva incuriositi fin da subito e dando una sbirciata sul loro sito non potevamo certo immaginare che la realtà superasse la bellezza del luogo.

Un B&B family friendly

Quando si viaggia con bambini al seguito si vuole avere una tranquillità sulla struttura in cui si soggiorna, si sogna un luogo caldo e familiare, ci si augura di trovare persone che con le loro premure sappiano ricreare l’ambiente perfetto che ricordi casa.

Quando viaggiamo con i nostri bimbi vogliamo la sicurezza che, per qualunque cosa possiamo aver bisogno, ci sia qualcuno che si prenda cura di noi e dei nostri piccoli.

Stanchi del viaggio e di una sfrenata giornata sulla neve (ora la discesa col bob al nostro bimbo non fa più paura!)  abbiamo trovato un’accoglienza speciale al B&B il Canto del Bosco.

Deborah, la proprietaria, ci ha accolto come se stesse aspettando degli amici di lunga data. Ci ha ospitato nel suo nido con una dolcezza impagabile e piena di premure per il nostro piccolino, occupandosi di tutto ciò di cui potevamo aver bisogno.

Asciugamani morbidi, stanze che emanano il profumo di legno e di torte di mele appena sfornate.

Ci è stato chiesto se  il nostro piccolo viaggiatore avesse necessità di prodotti particolari per la colazione.

Il b&b dispone inoltre di lettini, culle, seggioloni, giochi e libri. In stanza per la gioia del nostro piccolino abbiamo trovato un peluche e libri di favole, che meraviglia!

Otre ad essere questo B&B Baby-friendly, è anche animal-friendly! Hanno già ospitato cani, gatti, conigli e vivono con loro un cane pastore, Luna, e due gatte con cui il nostro bimbo ha giocato tantissimo!

Il B&B Il Canto del Bosco

Il B&B il Canto del Bosco nasce come vecchio rustico del 1790 è  stato di recente ristrutturato in stile alpino, mantenendo intatte le sue caratteristiche originali.

La casa comprende l’abitazione principale dei proprietari e dispone di due camere, che possono ospitare rispettivamente 2 e 4 persone. Entrambe hanno un ingresso indipendente che risulta un valore aggiunto per la privacy degli ospiti!

Le camere in legno e pietra sono arredate con gusto, cuori in legno e dettagli montani arricchiscono deliziosamente le stanze.

Entrambe sono dotate di bagno privato e cucinino con tutto l’occorrente per scaldare le bevande per la prima colazione o il latte della sera per i piccoli.

Ma veniamo alla prima colazione! L’abbiamo consumata comodamente tutti e tre in pigiama e pigiamino nella tranquillità del nostro nido.

La premurosa Deborah ci ha fatto trovare torta di mele e cannella fatta in casa, tè, latte, succhi di frutta, succo di mele fatto da lei (squisito!). E poi biscotti, cereali, yogurt, caffè, pane integrale della Valle d’Aosta. Tanti prodotti locali e a km 0. Insomma non siamo riusciti a finire tutto!

Abbiamo avuto la libertà inoltre di arrivare già dal mattino, senza limiti di orario. La proprietaria offre quest’agevolazione a tutti, compatibilmente con le altre prenotazioni, per dare la possibilità agli ospiti di sentirsi immediatamente a proprio agio e per potersi organizzare al meglio.

Si possono così lasciare i bagagli, fare il check-in e andarsi a godere la montagna!

Valpelline

Amiamo i piccoli borghi d’alta quota, quella montagna autentica, lontano dalle note località più famose ma più care e affollate.

Valpelline è un piccolo paese di media montagna che si trova ad un’altezza di 960 mt.

Ha un piccolo borgo caratteristico, bar, ristorante, forno, piccolo market, macelleria e farmacia.

Incastonata in una deliziosa valle che offre numerose opportunità sia d’estate che d’inverno, qui è la voce della natura selvaggia e incontaminata a farla da padrona.

Una Valle d’Aosta più tranquilla ma ugualmente meravigliosa, ovviamente formato famiglia.

E se proprio volete tuffarvi nei negozi e nei locali ricercati, Aosta con il suo centro storico caratteristico (e meravigliosamente pedonale) dista appena 10 km , 20 minuti d’auto.

ps: se vi servono consigli sui posti da visitare, borghi da non perdere o posti dove mangiare chiedete a Deborah! Su suo consiglio per un posto semplice e baby friendly (e vicino al b&b) abbiamo cenato alla pizzeria Vecchio Suisse (seggiolone, cuscini e fumanti pizze alla Fontina e Bleu d’Aoste).

Attività in zona con i bambini

La Valle d’Aosta e la Valpelline hanno l’imbarazzo della scelta quando si parla di attività da fare con i bambini.

In estate passeggiate a cavallo, trekking, rafting, parchi avventura.

In inverno baby snow park, kid zone fun park, tanta neve e piste da fondo e discesa, dove poter avvicinare con calma i piccoli allo sci.

Noi siamo andati a divertirci nel baby snow park di Ollomont, tra castelli gonfiabili e discese col bob (la prima esperienza del nostro fagiolino!) .

Il giorno successivo siamo andati invece alla scoperta del borgo di Bionaz per poi dirigerci verso Aosta.

Troverete utilissimo e indispensabile il Sito Ufficiale del Turismo in Valle d’Aosta con una ricca sezione dedicata alle attività da fare con i bambini. Davvero ricco di informazioni!

In conclusione

Il B&B il Canto del Bosco è un piccolo gioiello incastonato nella deliziosa Valpelline.

Un ambiente caldo e caratteristico arredato con gusto e raffinatezza e una splendida e abbondante colazione fatta di prodotti ottimi, locali e genuini.

La dolcezza con cui siamo stati accolti e le premure per il nostro bimbo, unite alla bellezza della struttura, hanno reso il nostro soggiorno indimenticabile!

E’ stato un onore poter essere ospiti del  B&B il Canto del Bosco.

Potrete trovare tutte le informazioni sulla struttura, tariffe agevolate per famiglie e per soggiorni di più notti su B&B il Canto del Bosco .

Buona Valle d’Aosta a tutti!

A Torino con i bambini per un Natale coi fiocchi!

Gli eventi a Torino con i bambini nel periodo natalizio

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Dal 24 novembre si è inaugurata ufficialmente a Torino l’agenda di Natale coi fiocchi, una serie di appuntamenti, manifestazioni e attività per i bambini che movimenteranno la città fino al 6 gennaio.

Non c’è un periodo migliore per visitare Torino, ogni stagione offre piacevoli sorprese e  svariate attività da fare con i bambini.

Ricca di musei e gallerie, con un centro storico meraviglioso, è una città semplicissima da girare sia a piedi che con i mezzi pubblici.

Piazzetta Reale

Piazzetta Reale

Amiamo Torino per la sua eleganza e per le sue attività, una città viva che è protagonista di tanti eventi  per adulti e bambini.

Adoriamo frequentare il Teatro Regio e scoprire i suoi Musei, in particolar modo quello del Cinema ospitato all’interno della Mole, che con il suo fascino ci ha rapiti fin dalla prima volta. Romantica la visita con la spettacolare salita in ascensore panoramico fino al tempietto, da cui si può godere di una vista mozzafiato della città, specialmente dopo il tramonto!

Torino ci ha visti  “sfrecciare” sui rollerblades tra le stradine dei suoi parchi, esplorare la collina di Superga, incantarci davanti alla Gran Madre e alla Chiesa dei Cappuccini illuminata. Torino ci ha visti innamorare in una calda giornata di ottobre lungo il Valentino.

In centro a Torino con i bambini per un Natale coi Fiocchi

mercatini di natale torino

Nel periodo natalizio la città si veste di magia e, se non temete il freddo, scoprirete che è uno dei momenti più belli per conoscere il capoluogo piemontese abbellito da luci, suoni e colori. 

Ma a Torino il Natale inizia già a fine ottobre quando le istallazioni delle luci d’artista si accendono e la città si illumina d’arte.

Le installazioni di artisti italiani e stranieri impreziosiscono il centro e la periferia con opere d’arte contemporanea.

Luci d'artista in Piazza San Carlo

Luci d’artista in Piazza San Carlo

L’accensione del meraviglioso albero di Natale di 19 metri, per il 2018 in Piazza San Carlo, e l’apertura delle prime due finestrelle del Calendario dell’Avvento hanno dato il via all’ottava edizione di ‘A Torino un Natale coi Fiocchi’.

Albero di Natale in Piazza Castello

Albero di Natale in Piazza Castello ed.2017

Oltre Piazza San Carlo non perdetevi piazza Solferino e il cortile del Maglio, che oltre a ospitare i mercatini, faranno da palcoscenico ad una ricca programmazione di concerti dal vivo, pattinaggio e attività per grandi e piccini.

Mercatini di Natale Torino

Mercatini di Natale Torino

Ecco tra le tantissime proposte cosa vi consigliamo e cosa amiamo di più!

Luci d’artista a Torino

Natale Torino

Via Roma

La ventiduesima edizione delle luci d’artista è stata inaugurata il 31 ottobre e durerà fino al 13 gennaio 2019.

In Piazza San Carlo, non perdetevi l’opera luminosa dell’artista Nicola De Maria “Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime”, che rende una prospettiva della piazza ancora più scenografica.

Ogni anno ammiriamo le opere di artisti famosi che, al calare del tramonto, rendono ancora più bella questa città.

Luci d'artista in Piazza San Carlo

Luci d’artista in Piazza San Carlo

Le vie e le piazze del centro e della periferia diventano scenario di un museo all’aperto.

Luci d'artista in Piazza San Carlo

Piazza San Carlo

Albero di Natale e il calendario dell’Avvento

Piazza Castello

Anche quest’anno il Natale Torinese è illuminato da uno splendido e scenografico albero fatto di luci e alto 19 metri, per il 2018 in Piazza San Carlo.

Albero di Natale illuminato

Albero di Natale

Piazza Castello è il centro della città da cui si diramano i portici, i negozi più eleganti. Una piazza, forse la più bella di Torino, che vede affacciarsi i più importanti monumenti di Torino: Palazzo Reale, il Teatro Regio e Palazzo Madama.

Palazzo Madama

Palazzo Madama

Ecco lo spettacolo della piazza illuminata con lo scorcio della Chiesa di San Lorenzo.

Natale Torino

Piazza Castello ed.2017

La splendida piazza accoglie anche il Calendario dell’Avvento (anch’esso in Piazza San Carlo quest’anno), opera nata dalla fantasia dello scenografo Luzzati.

Calendario dell'avvento

Ogni sera alle ore 18.00 viene aperta una nuova casellina.

Presepe al Borgo Medioevale

Parco del Valentino
Le opere dello scenografo e illustratore genovese Emanuele Luzzati impreziosiscono anche quest’anno il Borgo Medioevale di Torino con un presepe molto particolare.

90 sagome di legno dipinto mescolano personaggi che traggono ispirazione dalle favole e dai testi sacri della tradizione, allestiti lungo le vie e la piazza del Melograno.

Il Presepe di Luzzati è una famosa tradizione del Natale Torinese, che vale la pena di vedere anche grazie alla splendida location in cui è ospitato.

Mercatini di Natale

Piazza Castello, Piazza Solferino, Cortile del Maglio, Piazza Santa Rita

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Dal 1 dicembre al 6 gennaio se dici Torino dici Mercatino!

Piazza Castello, Piazza Solferino, Cortile del Maglio in Borgo Dora e Piazza Santa Rita si abbelliscono di chalet in legno tra cui passeggiare per curiosare tra delizie gastronomiche e manufatti artigianali.

Naturalmente noi non potevamo non cedere alla tentazione del vin brulè e dello strudel  nella scenografica Piazza Castello!

Pista di pattinaggio su ghiaccio

Piazza Solferino

La trovate in  Piazza Solferino la pista di pattinaggio su ghiaccio, proprio al centro del mercatino di Natale.

Si potrà pattinare al costo di 8 euro (noleggio pattini incluso) con tariffe ridotte per le famiglie e i bambini.

Aperta dal Lunedì al Venerdì dalle 10:00 alle 21:00 e dalle 10.30 alle 24.00 Sabato, Domenica, festivi e prefestivi.

Insomma non perdetevi Torino in questi giorni di festa con eventi, mercatini e concerti!

Tutte le informazioni e la programmazione completa la trovate sul sito ufficiale Natale a Torino.

 

 

Post pubblicato in data 08/12/2017

 

Post revisionato in data 04/12/2018

Mercatini di Natale Viverone

La magia del Natale in riva al lago ai Mercatini di Natale Viverone

Da fine novembre le sponde del lago di Viverone fanno da splendida cornice a «Natale sul lago», un evento unico con ingresso gratuito. Una bellissima occasione per scoprire il Piemonte con i bambini attraverso i mercatini di Natale di Viverone.

Complice una splendida giornata di sole, non potevamo  lasciarci sfuggire il nostro primo assaggio di atmosfera natalizia. E allora dritti verso il primo mercatino di Natale della stagione! Destinazione Viverone, uno tra i più suggestivi del Piemonte.

Viverone mercatini di natale gnomi
Viverone mercatini di natale
Viverone mercatini di natale casa di Babbo Natale

È quasi Natale al lago di Viverone,
le persone felici son tutte più buone
e i bambini, ancor più contenti
aspettano i regali, stan molto attenti.
Babbo Natale sta per arrivare
Ma solo con gli elfi si potrà chiamare.
Elvis è il primo, è già in postazione
Ha tutti gli ingredienti per la pozione
Poi c’è Tinker, pronto a miscelare
Attenti al calderone, non si può rovesciare.
Trilly l’elfo imbottiglia l’intruglio
C’è grande fermento, è tutto in subbuglio
E quando la pozione è pronta e finita
Da Babbo Natale in punta di dita
Arrivano i bimbi cantando festosi
Felici giorni sereni e gioiosinatalesullago.it

Viverone, un lago riservato

Lago di Viverone

Lago di Viverone

Mare, montagna, lago, ogni luogo racchiude un ricordo speciale per noi e Viverone non fa certo eccezione.

Il lago di Viverone è il terzo più grande del Piemonte a 230 metri sul livello del mare. Si trova nell’estrema parte nord-orientale del Canavese e fa parte delle province di Vercelli, Torino e Biella (con il comune di Viverone da cui prende il nome).

Il lago incanta con il suo senso di pace e riservatezza, difficili da ritrovare in luoghi più conosciuti.

Siamo arrivati verso l’ora di pranzo, approfittando delle piacevolissime temperature abbiamo passeggiato vicino alle sue sponde, fermandoci fin dopo il tramonto.

Il lago al tramonto

Una rilassante e romantica passeggiata, impreziosita dai colori della vegetazione autunnale che circonda il lago. Le montagne appena imbiancate sullo sfondo e l’arrivo di una nebbiolina lacustre hanno reso il paesaggio ancora più fiabesco.

Non ha la fama dei Laghi più grandi ma il pregio del Lago di Viverone è proprio questo, l’essere poco frequentato, il non venire preso d’assalto nei week-end dai turisti.

La piccola eccezione a questa pace è l’evento natalizio di “Natale sul Lago”, che regala un’atmosfera incantata in una cornice d’eccezione.

Mercatini di Natale Viverone

Stand a Viverone

Mercatini di Natale Viverone

Per l’edizione 2018 dal 24 novembre al 23 dicembre Viverone accoglie grandi e piccini con 60 chalet di legno, artisti di strada, luci, musiche natalizie in sottofondo. Non mancano poi spettacoli, elfi e la casa di Babbo Natale.

I mercatini di Viverone

viverone-mercatini-natale-bancarella-salumi-pupazzo
Viverone mercatini di natale gnomi
Mercatini di Natale a Viverone

Le animazioni e gli spettacoli per i bambini edizione 2018

Un Elfo Postino aiuterà  l’indaffaratissimo Babbo Natale a timbrare e consegnare ad ogni bambino una bella cartolina personalizzata.

Ingresso riservato alle famiglie. Costo a bambino: €.2,50 + €.1,00 diritti di prenotazione.

LEGGENDA DELLA DAMA DEL LAGO

La compagnia Stardust di Torino farà rivivere la storia della Dama del lago alla ricerca del suo cavaliere.

Un susseguirsi di spettacoli acrobatici dalle 11.00  alle  ore 18.15

Spettacolo gratuito e adatto ad ogni età.

ALBALUCE E LA MAGIA DEL NATALE

L’amata ninfa Albaluce, la protagonista del Musical di “Natale sul Lago”, con l’aiuto dei bimbi sconfiggerà la strega cattiva. Un viaggio nella leggenda della ninfa dedicato alle famiglie ma anche a tutti coloro che vogliono sognare e a Natale, ritornare un po’ bambini.

Uno “street theatre” animato messo in scena da attori professionisti dell’Accademia dello Spettacolo di Torino.

Spettacolo gratuito e adatto ad ogni età.

THE GIPSY MARIONETTIST

The Gipsy Marionettist è uno spettacolo di marionette che sa incantare grandi e piccini.

Spettacolo gratuito e adatto ad ogni età.

BAND IN A BOTTLE

Nel week end 15 e 16 dicembre 4 concerti per un repertorio brani della migliore tradizione italiana e straniera presentati dall’associazione Liceo Musicale di Rivarolo

Trovate tutte le date e gli orari degli spettacoli sul sito ufficiale di Natale sul lago.

Dove parcheggiare ai Mercatini di Natale Viverone

Il comune di Viverone per l’evento Natale sul Lago ha adottato le nuove norme di sicurezza, chiudendo al traffico l’accesso al lungolago.

Per l’edizione 2018 sono 4 i parcheggi che si trovano lungo la strada provinciale SP228.

Per chi arriva dalla A4 uscita Santhià i parcheggi saranno P1 e P2, per chi arriva dalla A5 uscita Ivrea i parcheggi saranno P3 e P4.

All’ingresso dei parcheggi sarà richiesto il pagamento del ticket navetta (andata e ritorno) di € 5,00 ad autovettura. A fronte del pagamento verrà rilasciato un coupon da utilizzare nella casetta “Caffetteria – Tea house NATALE SUL LAGO” per due consumazioni gratuite a scelta fra tè, tisane e caffè.

Mercatini di Natale Viverone – le nostre impressioni

A parte i mercatini che hanno dato il via al nostro clima natalizio, il lago di Viverone è stata una piacevole scoperta. Un’atmosfera romantica e raccolta, come solo il lago sa regalare.

viverone-fagiolino
Caldarroste in riva al lago di Viverone

La giornata era troppo bella quindi non abbiamo assistito allo spettacolo del Musical. Ci siamo goduti le bellezze del lago spizzicando street food qua e là e curiosando tra le casette in legno tra regali, cioccolata e vin brulé.

Una giornata passata sulle sponde del lago a giocare con gli anatroccoli e incantarci davanti allo scoppiettare delle caldarroste al tramonto, il tutto accompagnato dalla magica atmosfera del lago al tramonto.

Benvenuto Natale!

Volete saperne di più sull’evento? Ecco il sito ufficiale di Natale sul lago.

 

 

 

Post pubblicato 30/11/2017

Post revisionato 14/11/2018

 

Potrebbe anche interessarti 

A Torino con i bambini per un Natale coi fiocchi!

Halloween con i bambini al Bioparco Zoom Torino

Bioparco Zoom Torino halloween con bambini

Bioparco Zoom Torino, tutto pronto per Halloween

Halloween è alle porte e fervono i preparativi anche nelle famiglie italiane per festeggiare la notte più spaventosa dell’anno. Non siamo ancora grandi fan di questa ricorrenza ma con i piccolini non si perde occasione per festeggiare ogni evento e tornare bambini insieme a loro! Lo scorso anno, in questo periodo, abbiamo scelto con degli amici di portare i bimbi al Bioparco Zoom Torino. Il bioparco si ispira alla zoo-immersione, che dà ai visitatori la sensazione di essere immersi in un ambiente simile a quello in cui gli animali vivono in natura. Per i più piccoli è stata una giornata di avventura e scoperta, in uno spazio su misura pensato per loro. Zoom, situato a Cumiana a 30 km da Torino, è un luogo che sa regalare a tutta la famiglia momenti di divertimento a contatto con la natura e con gli animali.

Bioparco Zoom Torino con bambini

Bioparco Zoom Torino speciale Halloween

Pentoloni fumanti, zucche, ragnatele, giochi e attività accolgono grandi e piccini nei week-end di ottobre e fino al 4 novembre.

Bioparco Zoom Torino Halloween con bambini scheletro

Quest’anno nel weekend, il 31 ottobre e nei festivi ci saranno laboratori per i più piccoli dalle 12.30 alle 16.30 e l’imperdibile Dolcetto & Scherzetto renderà ancora più dolce la visita del parco.

Nel periodo di Halloween gli orari sono dalle 10.00 alle 18.00 con prolungamento di orario nelle giornate del 27 e del 31 ottobre dalle 10.00 alle 22.00.

Lo scorso anno abbiamo trovato molto divertenti per i bimbi attività come lo zucca painting e face painting. Aree tematiche e zucche disseminate in tutto il parco.

Laboratori, attività e cene sul sito ufficiale del bioparco.

Bioparco Zoom halloween
Bioparco Zoom giochi per bambini
Bioparco Zoom zucca

Zoom Torino – il primo Bioparco immersivo d’Italia

Zoom è il primo bioparco immersivo d’Italia, un parco di nuova concezione che si allontana dalla vecchia idea di zoo tradizionale.

La mission del bioparco è salvaguardare la biodiversità, attraverso ricerca e formazione ex situ, programmi di conservazione delle specie a rischio e soprattutto attraverso l’educazione del visitatore che, vivendo l’esperienza emozionale di immersione in habitat il più possibile fedeli a quelli di origine, impara a conoscerli e rispettarli.

Sviluppato su 160.000 mq il bioparco si compone di 9 habitat terrestri, 2 habitat acquatici, 300 animali, 84 specie, 18 keeper e offre 20 talk giornalieri e 3 voli di rapaci al giorno.

Dall’architettura alla scelta delle piante, tutto il progetto viene studiato da paesaggisti, biologi e veterinari che garantiscono il benessere degli animali, liberi da gabbie o reti.

Bioparco Zoom Torino con bambini giraffe

Bioparco Zoom Torino con bambini baobab

L’obbiettivo del parco è conoscere da vicino un mondo affascinante e imparare a salvaguardarlo, sensibilizzando sulle problematiche in natura.

E’ in luoghi come Zoom che si trova l’ispirazione per le nuove generazioni, attraverso l’esperienza diretta.

ZOOM rappresenta questa esperienza diretta. ZOOM è un luogo magico, fonte di ispirazione e di empatia. Non un semplice zoo, ma ANOTHER KIND OF ZOO! Il divertimento e lo stupore lasciano infatti spazio alla consapevolezza della necessità di un’azione concreta, che permetta di conservare le specie a rischio, come sostenere lo studio e la ricerca.

Abbiamo trovato ZOOM un parco piacevolmente diverso, in cui si coglie fin da subito il messaggio di consapevolezza rivolto più piccoli, alle nuove generazioni, per sensibilizzarli sui grandi temi della natura.

Bioparco Zoom Torino con bambini capretta

Bioparco Zoom gazzella
Bioparco Zoom coppia baobab

Zoom Torino – per i più piccoli

Zoom è un bioparco adatto anche ai bambini molto piccoli. All’interno abbiamo trovato servizi per i più piccini, aree giochi e aree attrezzate dove poter lasciar liberi i nostri bimbi di correre.

Aree di interazione

L’area dedicata ai piccoli animali domestici è un valore aggiunto di questo parco. La nuova area dedicata all’interazione con gli animali docili e di piccole dimensioni è una bellissima occasione di osservare gli animali da vicino e interagire con loro.

Bioparco Zoom TOrino con bambini capretta

Aree giochi

Le aree dedicate ai piccoli visitatori sono due, dove potersi scatenare tra scivoli e altalene.

Ponti sospesi e attrezzature in legno dove poter salire e divertirsi e regalare momenti di libertà durante la giornata.

Bioparco Zoom Torino giochi per bambini

Servizi

Sono disponibili microonde e seggioloni nei ristoranti e punti ristoro e abbiamo trovato fasciatoi nella maggior parte dei bagni. Il bioparco è completamente accessibile con passeggini e carrozzine già dal parcheggio. E’ possibile accedere a tutti gli habitat tranne nell’area Madagascar e nell’Anfiteatro, dove si possono lasciare i passeggini nelle aree apposite.

Tra zucche, balle di fieno, spaventapasseri e scheletri, la giornata è trascorsa piacevolmente, resa ancora più bella nel cogliere l’emozione dei bimbi durante gli incontri con i protagonisti del parco, gli animali.

L’incontro più divertente? I lemuri

Lasciamo i passeggini nell’area dedicata ed entriamo sulle due isole al centro del lago per un divertentissimo incontro con i simpatici lemuri del Madagascar.

I bimbi sono impazziti di gioia  ma anche noi grandi!

Bioparco Zoom Torino con bambini - lemure

Bioparco Zoom Torino con bambini lemure

L’incontro più ingombrante? Gli ippopotami

Sono Lisa e Ze Maria la coppia di ippopotami che si trovano nello speciale habitat Hippo Underwater.

Le grandi vetrate ci fanno sentire parte di un mondo subacqueo unico nel suo genere circondato dai colori brillanti dei tantissimi pesci colorati.

Un’intensa emozione per i nostri piccolini.

Bioparco Zoom Torino - ippopotamo

L’incontro più interattivo? L’area fattoria

La nuova area di interazione per i più piccoli è stata un vero successo con i bimbi!

Caprette tibetane, agnellini e pecore in uno spazio piacevole e ben delimitato in cui passiamo moltissimo tempo ad accarezzare i docili animali domestici.

Bioparco Zoom Torino capretta

Bioparco Zoom Torino con bambini capretta

Orari Zoom Torino

Nel periodo di Halloween gli orari sono dalle 10.00 alle 18.00 con prolungamento di orario nelle giornate del 27 e del 31 ottobre dalle 10.00 alle 22.00.

Gli orari del parco variano a seconda della stagione, per questo vi consigliamo di consultare il calendario.

Biglietti Zoom Torino

Il biglietto d’ingresso comprende talk, incontri con i biologi nei diversi habitat, ingresso nell’habitat Madagascar tra i lemuri, dimostrazione di volo dei rapaci in Anfiteatro.

A Zoom i bambini da 0 a 2 anni entrano gratis, mentre da 3 a 12 anni il biglietto è ridotto (all’ingresso possono richiedervi la carta d’identità).

Per info, sconti e costi del biglietto aggiornati consultare il sito Zoom.

E’ escluso dal biglietto il costo del parcheggio, lo abbiamo saldato alla cassa con l’emissione dei biglietti.

Come arrivare a Zoom Torino

Zoom si trova a Cumiana, in Str. Piscina 36, a pochi km da Torino.
Per chi arriva dalla tangenziale Torino-Pinerolo proseguire fino all’uscita Piscina. Da qui seguire le indicazioni per Cumiana. Dopo circa 4 km arriverete a Zoom.

Per maggiori informazioni su come arrivare clicca qui.

 

Post pubblicato 24/10/2017

Post aggiornato 25/10/2018

 

 

Alla scoperta di Barolo con i bambini

Un’idea per una giornata con i bambini tra i vigneti delle Langhe

Museo dei cavatappi

Non sempre per un’emozione o per un luogo speciale occorre prendere un aereo.

Paradiso di sinuose colline, tra borghi e castelli medioevali, in autunno il Piemonte si accende con i colori degli ordinati filari per uno spettacolo della natura senza eguali.

Dal 2014 i paesaggi vitivinicoli di Langhe e Roero sono stati riconosciuti Patrimonio Mondiale UNESCO, cinquantesimo sito italiano della lista, portando su scala internazionale le bellezze di questa regione.

Barolo con i bambini - Vigneti di Langhe-Roero

Vigneti di Langhe-Roero

L’UNESCO descrive questi luoghi come “Una eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino”.

Percorso tra i vigneti di Langhe-Roero

Percorso tra i vigneti di Langhe-Roero

“I vigneti di Langhe-Roero e Monferrato – si legge come motivazione ufficiale – costituiscono un esempio eccezionale di interazione dell’uomo con il suo ambiente naturale”.

Barolo con i bambini - Vigneti di Langhe-Roero

Vigneti di Langhe-Roero

Le distese collinari a perdita d’occhio, i borghi arroccati, gli antichi castelli e la buona cucina fanno delle Langhe un’occasione unica per un week end o una gita fuori porta.

Barolo con i bambini

Tra le cittadine situate in zone di eccellenza per la produzione di vini di fama internazionale, spicca la graziosa Barolo.

COME ARRIVARE A BAROLO

Sicuramente l’auto è la scelta ideale per andare alla scoperta delle Langhe. È anche il mezzo di trasporto che offre maggiore libertà per muoversi da Alba, capitale delle Langhe, verso i paesi limitrofi.

In breve le distanze dai centri più vicini: Alba (10 Km), Asti (35 Km), Bra (20 Km), Cuneo (50 Km), Torino (60 Km), Savona (80 Km), Milano (155 Km).

COSA VEDERE A BAROLO

Barolo con i bambini

Tra rinomate cantine e profumate osterie di questa deliziosa cittadina, di appena 700 abitanti, vi suggeriamo:

Una gita al Castello dei Marchesi Falletti
Da domenica 15 ottobre fino a domenica 26 novembre il Castello di Barolo diventa protagonista grazie al progetto Wine Tasting Experience, che ha l’obbiettivo di valorizzare ancora di più il territorio e divulgare la conoscenza di territori di eccellenza.
Tutti i week end degustazioni di vini delle cantine abbinate ai prodotti locali.
Il programma completo delle iniziative e delle degustazioni lo trovate qui.

Barolo con i bambini - Castello Comunale Falletti

Barolo Castello Comunale Falletti

Il Wimu, il Museo del Vino
Ospitato nelle sale del Castello dei Falletti, il percorso del museo, come immaginato dal suo ideatore François Confino, intreccia dimensioni scientifiche e poetiche del frutto di Bacco.
Entrate nell’emozione del vino con questo particolarissimo museo, capace di coinvolgere sia i grandi che i bambini.
“Una discesa fra buio e luce, fra suono e colore, alla scoperta del vino nella storia e nelle arti, nei miti universali e nelle tradizioni locali.”
Ingresso tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.00 orario continuato (ultimo ingresso alle 18.00) i bambini sotto i 5 anni entrano gratis.

Il Museo dei Cavatappi
Se siete in centro Barolo fermatevi a dare un’occhiata all’originale piccolo museo, che mostra e racconta l’evoluzione del cavatappi.
L’esposizione come detto non è molto grande, potete dedicare una mezz’ora per l’esplorazione dei 600 esemplari dai primi modelli agli ultimi brevetti.
Si trova all’interno di un’enoteca, dove si può acquistare dell’ottimo Barolo.
Usufruirete dello sconto di 2 euro presentando alla cassa il vostro biglietto del Wi.Mu.

Barolo con i bambini - Museo dei cavatappi

Museo dei cavatappi

ITINERARI ESCURSIONISTICI ADATTI AI BAMBINI

La Langa del Barolo è una zona costellata di pettinati vigneti, a poca distanza da Alba. Cinque sono i principali itinerari escursionistici per esplorare la zona e li potete trovare QUI

Barolo con i bambini - Segnaletica dei sentieri di Langa e Barolo

Segnaletica dei sentieri di Langa e Barolo

Siamo innamorati di queste zone, di questi colori. Curva dopo curva, già dai finestrini dalla propria auto, si può ammirare il paesaggio, ma è a piedi che noi preferiamo scoprire questo territorio, amiamo indossare i nostri scarponcini e i nostri zainetti e fermarci con calma a fotografare grappoli d’uva e catturare questi spettacolari filari, arrampicandoci tra i boschi tra una terrazza e l’altra.

Barolo con i bambini - Sentiero di Langa e Barolo

Sentiero di Langa e Barolo

Barolo con i bambini - Papavero

Con il nostro piccolino nel marsupio e il nostro inseparabile peloso, abbiamo seguito un facile percorso ad anello partendo proprio dal centro di Barolo.

Informazioni sul percorso le trovate sul sito Sentieri Langa Barolo.

Barolo con i bambini

Potete scegliere se percorrere solo un tratto di sentiero e fermarvi a metà percorso o finire il giro completo un pochino più lungo.

Con i bambini piccoli armatevi di fasce, marsupi, se volete portare il passeggino tra i filari studiate bene se il percorso scelto è raggiungibile da strade asfaltate.

Il ritorno è stato premiato con una bella merendona in centro paese e il ricordo di una meravigliosa giornata come sempre insieme.
Barolo con i bambini