Articoli

Mercatini di Natale a Govone: Il magico paese di Natale

Mercatini di Natale con bambini a Govone - giostra cavalli

In Piemonte, nel cuore del Roero, la magia natalizia rende speciale un intero paese. Non solo mercatini, Govone si trasforma nel magico paese di Babbo Natale.

I Mercatini Natalizi del Piemonte sono tanti e variopinti. Ricchi di fascino, delizie gastronomiche, artigianato, laboratori per i più piccoli, elfi e l’immancabile Babbo Natale, che tenendo sulle sue ginocchia i bambini ascolta i loro desideri. Incastonati ai piedi delle montagne, in città o in riva al lago, più raccolti e suggestivi o più famosi e affollati, i mercatini di Natale accolgono grandi e piccini per stupire e incantare. Ma in provincia di Cuneo, incastonato tra Asti e Alba, c’è un paese che si  trasforma e si riempie di magia, diventando il cuore del Natale in Piemonte. Non solo mercatini di Natale a Govone, il cuore del Roero si trasforma in un magico paese di Natale.

Mercatini di Natale con bambini a Govone - la bottega del Natale
Mercatini di Natale con bambini a Govone
Mercatini di Natale con i bambini a Govone - giostra cavalli
Mercatini di Natale con bambini a Govone

Mercatini di Natale a Govone 2018

Dopo il grande successo dell’anno scorso, che ha registrato un afflusso di più di 200mila persone, torna anche quest’anno a Govone,  nel territorio patrimonio UNESCO delle colline Langhe-Roero,  uno dei più bei mercatini del Piemonte alla sua 12° edizione.

Si chiama “Il Magico Paese di Natale” l’evento che dal 17 novembre 2018 al 23 dicembre 2018  trasforma Govone (CN) in un luogo di incanto.

Nel periodo che precede il Natale, questo piccolo paese di poco più di 2000 abitanti, si veste di magia e diventa uno dei villaggi natalizi più attesi che lasciano a bocca aperta grandi e bambini.

Mercatini di Natale con bambini a Govone

Il magico paese di Natale – cosa fare e cosa vedere

Quest’anno abbiamo deciso di dedicare il periodo che precede il Natale alla scoperta del nostro Piemonte e con la visita ai mercatini di Natale a Govone, che dista una quarantina di km da casa nostra, giochiamo davvero in casa.

Lasciamo la macchina nel parcheggio dedicato (P1) dove ci attende la comoda navetta che ci porta fino al Castello.

Mentre saliamo, curva dopo curva, dal finestrino si aprono i vigneti che, avvolti da una leggera foschia, sono uno romantico scenario anche in questa stagione.

La navetta ci porta a destinazione e subito avvertiamo l’atmosfera del Natale: profumo di cioccolata calda e melodie natalizie.

E’ la cornice incantata del Parco del Castello Reale di Govone (CN), splendida residenza sabauda inserita nella lista dei siti patrimonio dell’Umanità, a fare da sfondo al paese di Natale.

Mercatini di Natale con bambini a Govone
Per i mercatini

La casa di Babbo Natale

Magico paese di Natale a Govone - incontro con Babbo Natale

Siamo venuti per incontrare lui, “Babbo Nataee”, come lo chiama il nostro piccolino ed eccoci in coda per entrare.

I portoni di legno si aprono e si richiudono dietro le nostre spalle catapultandoci in un mondo incantato.

La sensazione di stupore e di meraviglia che si prova all’interno del Castello coinvolge anche noi grandi. Ci accolgono gli elfi in uno scenario fiabesco e dimentichiamo subito il passare del tempo e della realtà.

Magico paese di Natale a Govone - spettacolo per bambini
Gli elfi ci accolgono nelle foresta incantata

Gli spettacoli si susseguono nelle sale dagli alti soffitti per uno spettacolo coinvolgente ed itinerante che si svolge negli ambienti della casa di Babbo Natale.

Magico paese di Natale a Govone - spettacolo per bambini
Uno degli spettacoli musicali

La nuova commedia musicale si ispira a “Vita e avventure di Babbo Natale”, romanzo di L. Frank Baum autore del famoso racconto “Il Meraviglioso Mago di Oz”.

La narrazione racconta la storia del piccolo Claus, dall’infanzia alle esperienze vissute nella  foresta incantata che lo rendono immortale e lo trasformano nel personaggio che tutti amiamo, Santa Claus.

Questa piccola commedia musicale è curata in ogni dettaglio: dalla scenografia delle sale, alla professionalità degli attori, le luci e le danze, un momento che ci fa dimenticare la realtà e lascia spazio all’emozione.

Magico paese di Natale a Govone - Elfi in cucina
Magico paese di Natale a Govone - calendario dell'avvento
Magico paese di Natale a Govone - spettacolo per bambini

L’Officina Reale dei giocattoli di Natale, la Stanza dei Lunghi Viaggi di Babbo Natale, fino a giungere alla Casa di Babbo Natale per la foto e l’immancabile cinque!

Appena usciti, nella prima casetta vi attendono le foto del fotografo (se volete) al costo di 6 euro l’una.

Magico paese di Natale a Govone - incontro con Babbo Natale
L’incontro con Babbo Natale

Gli spettacoli sono live e si susseguono tutto il giorno. Tutti i sabati e le domeniche ogni 20 minuti circa.

Biglietti : 8,00 euro per gli adulti, 7,00 euro per bambini da 4 a 11 anni, gratuito per bambini fino a 3 anni. Data la grande affluenza prevista, acquistate i biglietti sul sito con anticipo!

La mostra dei presepi

Sulla stessa scalinata per accedere alla Casa di Babbo Natale,  a sinistra, si trova l’entrata alla mostra dei presepi Gloria in Excelsis.

Magico paese di Natale a Govone - presepe
Uno dei presepi in mostra

Il presepe e i suoi simboli in un percorso alla scoperta delle sue origini attraverso proiezioni, allestimenti e presepi della tradizione.

Biglietti : 6,00 euro per l’ingresso.

L’antica giostra a carosello

Proseguiamo per la discesa del castello e ci dirigiamo a destra raggiungendo “Piazza Baratti&Milano”, dove troviamo uno stand della cioccolata, addobbi e una graziosa giostra a carosello per tornare indietro nel tempo.

Biglietti: 2 euro a corsa e saliamo!

Durante il giorno si susseguono nella piazza brevi spettacoli teatrali.

Mercatini di Natale con bambini a Govone - giostra cavalli
La giostra a carosello

Laboratori

Giochi in legno

Dalla piazza, a sinistra della chiesa, seguiamo le indicazioni per il laboratorio di giochi in legno.

Parco didattico le colline di Giuca a Govone

Il laboratorio è un parco didattico con giochi in legno nato dal progetto Laboratorio Quota Verde, che si pone come promotore di una educazione al Territorio.

Percorso di giochi in legno per bambini a Govone
Percorso di giochi in legno per bambini a Govone
Parco didattico le colline di Giuca a Govone
Magico paese di Natale a Govone - giochi in legno
Giochi in legno
La bottega dei giocattoli di legno a Govone
Tutti in cucina!

E’ uno di quei luoghi dove si sa quando si entra ma non quando si potrà uscire. Il nostro piccolino non voleva più venire via!!

Siamo rimasti piacevolmente colpiti anche noi nel vedere quanti giochi si possono realizzare, in modo semplice e intelligente, con materiali naturali.

Legno, nocciole, castagne, lavagne, corde. Giocare a cucinare, far correre le biglie sui percorsi in legno, ci siamo divertiti molto!

 Orario: 10.00 – 18.00  Biglietti: 5€ a bambino

La bottega dei giocattoli di legno a Govone
La bottega dei giocattoli di legno a Govone
Parco didattico le colline di Giuca a Govone

Laboratori di Cucina – Le Officine

Se decidete di visitare il villaggio di domenica potete partecipare con i vostri bimbi ai Laboratori di Cucina – Le Officine.

I bambini possono divertirsi, accompagnati da un adulto, realizzando omini in pan di zenzero o nel laboratorio del cioccolato.

Solo la domenica. Per info e costi ecco il sito.

I mercatini

Tra i viali del parco si susseguono le casette di legno, che più si avvicinano allo scenario dei mercatini stile trentino,  con tanti assaggi di speck, biscotti, nocciolate, frutta secca.

I 100 chalet in legno sono ancora più suggestivi al calare del sole, tutti illuminati. Si seguono i profumi di crepes e di cioccolata calda e si sgranocchia qualcosa ad ogni stand.

Mercatini di Natale con bambini a Govone
Gli chalet nei viali del parco del Castello
Mercatini di Natale con bambini a Govone

Mercatini di Natale a Govone – come arrivare

Il magico paese di Natale si trova in provincia di Cuneo, a metà strada tra Alba e Asti, a circa 60 Km da Torino.

Dall’autostrada Torino – Piacenza (A21)  e dall’autostrada Torino – Savona (A6) seguire le indicazioni qui.

Mercatini di Natale a Govone – dove parcheggiare 

Ecco la Mappa dei parcheggi dedicati all’evento 

Da qui le navette porteranno i visitatori fino al punto di carico e scarico all’interno della manifestazione.

Noi abbiamo lasciato l’auto al parcheggio P1 (il primo e più grande) e preso la comodissima navetta (andata e ritorno) per il mercatino.

Il costo giornaliero del parcheggio è di 5€ e comprende l’utilizzo della navetta.

Dove mangiare ai mercatini di Natale a Govone

E’ possibile mangiare alla Locanda del Magico Paese di Natale (non è previsto il seggiolone) o preferire lo street food dei mercatini.

Se come noi adorate le calde frittelle di mele, non perdetevi in fondo al primo viale dei mercatini, l’ultimo stand sulla destra. Buonissime!!

Informazioni utili sull’evento

Per tutte le informazioni visitate il sito ufficiale del Magico Paese di Natale a Govone.

Ringraziamo il Magico Paese di Natale per averci fatto vivere una giornata di stupore e meraviglia.

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo! 

 

 

E se vieni in Piemonte potrebbero interessarti anche 

I mercatini di Natale a Ricetto di Candelo

Mercatini di Natale a Viverone

Mercatini di Natale a Torino

 

Dove andare a Capodanno con i bambini: 10 idee di viaggio in Europa

Dove andare a capodanno con bambini: Londra, fuochi d'artificio

Cosa fare e dove andare a Capodanno con i bambini? Questa domanda prima o poi se la fanno tutti i genitori e per festeggiare l’ultima notte dell’anno si è sempre alla ricerca di un luogo che concili le esigenze dei più piccoli ma anche di noi grandi. I bambini saranno a casa da scuola, e complici i giorni di ferie tra un ponte e l’altro, la voglia di prenotare e festeggiare fuori casa è tantissima! Parchi di divertimento, fuochi d’artificio, affascinanti castelli, piste di pattinaggio o terme per famiglie. Ecco 10 idee di viaggio suggerite dai family blogger per organizzare il Capodanno con i bambini in Europa.

1. Dove andare a Capodanno con i bambini in Scozia: Edimburgo

di  TRE CUORI E UNA VALIGIA

Dove andare a capodanno con i bambini: Edimburgo

Edimburgo è tra le più belle città d’Europa, anche se spesso non viene presa in considerazione come prima scelta tra le capitali da visitare con i bambini. La capitale scozzese è una bellissima meta da raggiungere con tutta la famiglia ma nel periodo che precede il Natale e fino ai primi di gennaio la città si impreziosisce di luci e attrazioni, che regalano forti emozioni.

Se poi avete in casa dei piccoli fan di Harry Potter non vi resta che prenotare un aereo e festeggiare nei luoghi che hanno ispirato i romanzi del famoso maghetto. La capitale scozzese è il luogo in cui J.K. Rowling ha vissuto parte della sua vita. Victoria Street, all’interno dei romanzi, si è trasformata in Diagon Alley e a vederla dal vivo sembra proprio uscita da un libro. Passeggiando per le strade dell’antica Edimburgo vi renderete conto di quanti luoghi richiamano le atmosfere del mondo di Harry Potter.

Il Capodanno di Edimburgo, definito con la parola scozzese Hogmanay, è il più grande d’Europa e ogni anno attira oltre 100.000 persone da tutto il mondo per tre giorni di festa dal 30 dicembre al 01 gennaio. Tra eventi, spettacoli e attività non si avranno problemi a far divertire i bambini. Artisti di strada, piste di pattinaggio e troverete ancora i mercatini di Natale! Alberi di Natale addobbati, casette di legno, negozi di artigianato locale, cashmere e kilt. E allo scoccare della mezzanotte i concerti terminano e il cielo si illumina con i fantastici fuochi d’artificio che vengono sparati per 20 minuti dal castello della città.

Se avete bimbi piccoli al seguito noterete piacevolmente che la maggior parte delle strade di Edimburgo ha larghi marciapiedi, adatti ad essere percorsi con un passeggino o con bambini per mano. Durante l’inverno raramente la temperatura scende sotto lo zero e i giorni trascorsi nella capitale in pieno dicembre ci hanno regalato splendide giornate di sole!

E allora cosa aspettate a prenotare un aereo e festeggiare Capodanno per le vie di Edimburgo sulle orme di Harry Potter?!

2. Dove andare a Capodanno con i bambini in Spagna: Valencia

di GIORNI RUBATI 

Capodanno con bambini Valencia

Quando mi si chiede di pensare a una meta suggestiva in cui passare le feste in famiglia, il mio pensiero vola sempre a Valencia. La terza città della Spagna è infatti la destinazione ideale per i bambini grazie a tantissime attrazioni davvero per tutti i gusti. Io ho visitato Valencia con la mia famiglia nel mese di dicembre, poco prima di Natale: la città era addobbata a festa, nei mercati, come quello di Colon, si potevano trovare idee e souvenir a tema natalizio, ma contrariamente a tanti altri luoghi gettonati per il periodo, a Valencia il clima era molto gradevole e non c’era bisogno di vestire i bambini come piccoli eschimesi.

Nel nostro soggiorno di 5 giorni abbiamo visitato la Città della Scienza che vale una visita anche solo dall’esterno per le sue architetture capaci di trasportare immediatamente in Star Wars. In particolare, nel complesso firmato dall’architetto locale Santiago Calatrava ci siamo meravigliati davanti agli squali e ai delfini (Oceanografico), abbiamo visto nascere i pulcini (Museo della Scienza Principe Felipe) e abbiamo riso nello scoprire gli stravaganti becchi degli uccelli spatola (oasi verde annessa all’acquario).

Per gli appassionati di natura e animali potremmo aggiungere che la bella città offre anche il famoso Bioparco: non uno zoo, ma uno spazio senza recinti in cui si osservano animali quali i gorilla, i lemuri, i leoni e molto altro ancora. Se tutto questo ancora non bastasse, vi ricordo che proprio qui, nel bel mezzo dei grandi giardini ricavati nel vecchio letto del fiume Turia, potrete trovare un parco giochi a forma di Gulliver! E poi anche nel centro storico i bambini si possono divertire molto, mentre i genitori non perderanno occasione di scattare foto ai bellissimi monumenti medievali che fanno di Valencia una delle città più affascinanti del panorama europeo.

Per capodanno, i Valenciani si riuniscono nella splendida plaza Ayuntamento e attendono con trepidazioni i rintocchi della Torre dell’orologio. Non mancano fuochi d’artificio e ovviamente Sangria, Horcata, Agua de Valencia ( vodka e succo di arancia locali), tapas e imperdibile Paella. Per il brindisi, potrete scegliere fra vari spumanti spagnoli. Come un’ultima ma importante motivazione per prediligere questa città cosmopolita per passare un bel fine anno in famiglia, vi ricordo che si tratta di una meta estremamente economica, raggiungibile in poco tempo con voli low-cost. Insomma: seduzione futuristica, e chi del passato, cibo da urlo e tanto divertimento per i bimbi vi aspettano a Valencia per un capodanno indimenticabile.

3. Dove andare a Capodanno con i bambini in Francia: Disneyland Paris

di BARBARA E TWINS

Capodanno con bambini Disneyland Paris

Un mondo fantastico dove i bambini si immergeranno nel mondo della fantasia e gli adulti torneranno bambini desiderosi di provare tutte le attrazioni. Disneyland a Parigi è un meta europea facilmente raggiungibile non economica ma con alcuni accorgimenti una famiglia  può cercare di risparmiare.  Bisogna iscriversi alla mailing list dal sito ufficiale di disneylandparis perché arrivano molte offerte e si può trovare l’occasione di partire trovando anche una buona tariffa aerea, senz’altro l’aeroporto più agevole è Charles de Gaulle o Orly,  più defilato e costoso invece Beauvais.

L’entrata al parco è vicino alla linea RER quindi agevole anche per chi non soggiorna negli hotel Disney o limitrofi al parco. Io consiglio – se la meta è essenzialmente DLP –  di soggiornare negli hotel disney soprattutto per i bambini che godranno appieno della magia e anche perché c’è il vantaggio del fast pass che permette di accedere almeno un’ora prima (dipende dai periodi di soggiorno) al parco precedendo tutti quelli che hanno un biglietto normale. La mia famiglia ha soggiornato all’hotel CHEYENNE, ristrutturato di recente in perfetto stile western nel caseggiato Billy The Kid appena dietro la reception.

Per i pasti consiglio almeno la mezza pensione perché i ristoranti Disney all’interno del parco sono cari ma si può cercare di risparmiare a pranzo magari prendendo i panini alla stazione RER o facendo una abbondante colazione. Il parco principale è il parco Disney diviso in varie zone :  Discoveryland, Adventureland, Frontierland, e Fantasyland.  La parte più adatta ai bambini piccoli e Fantasyland perché ambientata nel mondo delle favole ma naturalmente tutto il parco è fatto per divertire i bambini, compresi gli Studios da cui si accede uscendo dal parco Disneyland rimanendo comunque all’interno dei cancelli di accesso.  Gli Studios si trovano accanto alla zona Village dove ci sono i ristoranti. Ci sono più attrazioni adrenaliniche ma ce ne sono anche adatte e bellissime per i bambini come RATATOUILLE.

Se volete altre informazioni potete leggere nel link  www.barbaraetwins.com/2018/01/consigli-disneyland-paris-attrazioni-e.html

 

4. Dove andare a Capodanno con i bambini in Slovenia: Terme di Lasko

di CLAIRE IN SICILY

Capodanno con bambini castelli terme di Lasko
Fuori nevica. Fa freddo, molto freddo ma tu sei in costume da bagno e ti godi la nevicata guardando fuori attraverso una grande cupola di vetro mentre i tuoi bimbi giocano, in tutta sicurezza, tra scivoli e piscine riscaldate. No, non è un sogno. Sono semplicemente le Terme di Lasko in Slovenia. Abbiamo trascorso una bellissima giornata al Thermana Lasko qualche mese fa. Non era inverno, le temperature esterne erano già abbastanza gradevoli, ma me le sono immaginate in inverno e, sono arrivata alla conclusione che prima o poi trascorrerò un Capodanno con i miei bambini lì. Il Thermana Lasko si trova nell’omonima cittadina di Lasko, a poco più di un’ora da Lubiana e un’ora e mezza dalle grotte di Postumia e il Castello di Predjama in Slovenia. La struttura è davvero bella. Design moderno e luminoso con uno stupendo wellness center, dove noi abbiamo trascorso un’intera giornata.

L’attenzione per le famiglie è spiccata: nella parte alberghiera c’è un bellissimo playground con un castello tutto da scalare e poi ci sono le meravigliose piscine riscaldate all’interno del centro benessere. Il centro si trova sotto questa gigantesca cupola di vetro davvero particolare. Per i più piccini c’è un’area baby con acqua bassissima e giochi acquatici. Vasche idromassaggio, fiume veloce e persino l’immancabile tobogan per i bambini (e non solo)! Ti segnalo la presenza di un bar/ristorante dove troverai una vasta scelta di menù.

A proposito di cibo e bevande: Lasko è conosciuta per il suo birrificio. Non sarà forse family friendly ma una visita al birrificio, che si trova a pochi minuti dall’hotel, è davvero consigliata. Per il Capodanno quest’anno la struttura propone diversi pacchetti che prevedono il soggiorno, ingresso al wellness center, programmi con intrattenimento ed eventi organizzati dall’animazione. Insomma, una bellissima idea per trascorrere un Capodanno in famiglia. Così mentre i tuoi bimbi giocano in piscina, troverai (forse) il tempo di rilassarti per iniziare il nuovo anno all’insegna del relax.

claireinsicily.com/terme-con-bambini-in-slovenia-terme-di-lasko/

5. Dove andare a Capodanno con i bambini in Inghilterra: Londra

di MUM WHAT ELSE 

Capodanno con bambini Londra
Quindi hai preso il biglietto per Londra per Capodanno? Non posso che complimentarmi per l’ottima scelta! Londra tra Natale e Capodanno ha un fascino unico, le decorazioni natalizie che rivestono la città ti faranno vivere in un’atmosfera magica! Vorresti sapere come gli inglesi festeggiano il periodo natalizio a Londra? Vivendo qui da un po’ ho pensato di raccogliere le cose migliori da fare in questo periodo a Londra.

DECORAZIONI NATALIZIE – Tappa obbligata tra Regent Street, Oxford Street, Carnaby Street, Seven Dials, Covent Garden, ma anche lungo il Tamigi perché tutti i ponti centrali saranno addobbati e posso assicurare che l’atmosfera è unica. Consiglio di chiudere la giornata con una bella cena in un tipico pub inglese.

PISTE DI PATTINAGGIO – Negli ultimi anni Londra ha aperto alcune piste di ghiaccio inserite in cornici da favola. Le migliori sono la Somerset House, il Natural History Museum, Hampton Court e la Tower of London. Potrete trovarle anche a Canary Wharf, allo Skylight London, al Winter Wonderland a Hyde Park e a Southbank.

L’ALBERO DI TRAFALGAR SQUARE – Non il classico albero di Natale addobbato, è uno tra i più alti della città ma le decorazioni in genere sono abbastanza semplici. In realtà consiglio di vederlo perché Trafalgar square è una piazza icona che va vista, specialmente illuminata, e poi perché è importante per il suo significato storico. Dal 1947, l’albero viene donato ogni anno dal popolo norvegese alla Gran Bretagna come riconoscimento del sostegno dato alla Norvegia durante la seconda guerra mondiale.

VEDERE UNO SPETTACOLO – Recatevi allo stand dei biglietti TKTS in Leicester square per acquistare dei biglietti last minute. Se invece hai in mente uno spettacolo specifico, consiglio di prenotare online e per tempo. Consiglio un musical o, per entrare nel perfetto clima natalizio, lo Schiaccianoci alla Royal Opera House. Se invece cercate qualcosa di tipico, allora vi consiglio di vedere una pantomima, una grande tradizione natalizia nel Regno Unito. Potete trovare una lista completa nella guida Big Panto. Infine, vi consiglio di non perdervi i fuochi d’artificio lungo il Tamigi, di assistere a un Christmas Carol, di vedere i mercatini natalizi di SouthBank, di andare al Winter Wonderland a Hyde Park e se volete fare un po’ di shopping, approfittate dei saldi del Boxing Day!

6. Dove andare a Capodanno con i bambini in Francia: Alsazia

di ZUCCHERO E FARINA IN VIAGGIO

Capodanno con bambini in Alsazia
Lo scorso dicembre proprio in occasione delle vacanze natalizie ci siamo recati alcuni giorni in Alsazia, una regione che si trova al centro della Francia confinante con la Germania e molto vicino alla Svizzera. Noi abbiamo scelto di raggiungerla in auto poiché non è eccessivamente distante da Milano, circa 500 km ma per chi arriva da più lontano è possibile atterrare a Basilea e da lì spostarsi con i mezzi pubblici o affittare un’auto. Io consiglio quest’ultima opzione in quanto tutta la zona è molto bella da visitare e pur essendoci diversi collegamenti è molto più pratico avere l’auto soprattutto perché in inverno le temperature sono intorno allo zero ( gradi centigradi ) Passato Natale non in tutti i paesi si trovano ancora i mercatini natalizi ma l’atmosfera festosa rimane.

Edifici privati, negozi, palazzi  e strade sono adornati delle decorazioni più varie ed a volte anche bizzarre, luminarie , alberi di Natale  e orsi di peluche appesi fuori dalle finestre… Un luogo che per i bambini sembra proprio una favola. Sono diverse anche le pasticcerie con biscotti e dolcetti. Molto fascino rivestono anche le case a graticcio tipiche della zona. Noi siamo stati fortunati e abbiamo trovato anche un po’ di neve che  ci ha accolto all’uscita di un negozio di Riquewihr. La zona  offre tanto da vedere, oltre ai piccoli paesi noi abbiamo visitato anche Strasburgo , il castello di  Haut Kœnigsbourg , la casa museo del pan di spezie e L’Ecomuseo di Alsazia.

A Moulhuse ci sono poi svariati musei da poter visitare. Sono tutti luoghi molto belli anche da visitare in primavera ma a mio avviso visto che il periodo natalizio è così sentito sono perfetti per trascorrere qualche giorno durante le vacanze scolastiche natalizie ed  anche per capodanno. Vista la notevole affluenza turistica consiglio di prenotare per tempo anche il ristorante per il 31 dicembre! Gli uffici del turismo offrono diverse brochure scaricabili direttamente in formato pdf.

7. Dove andare a Capodanno con i bambini in Spagna: Madrid

di NOI CON LE VALIGIE 

Capodanno con bambini Madrid
Madrid è una città vivace e divertente, oltre ad essere una meta ricca di attività adatte a tutta la famiglia. È perfetta tutto l’anno e l’allegria madrileña saprà scaldarvi anche nel periodo di Capodanno. Tra le attrazioni da non perdere c’è sicuramente il Palazzo Reale, la residenza ufficiale della famiglia regnante spagnola; per un break goloso non può mancare invece il Mercado de San Miguel, un mercato coperto di inizio ‘900 dall’atmosfera elegante ricco di prodotti alimentari locali, con un’ampia scelta di tapas e cocktail. Immancabile è poi una passeggiata nella grande piazza di Puerta del Sol, la più famosa di Madrid e della Spagna, perché è il Km 0 della rete stradale spagnola. In questa piazza c’è il simbolo della città: un orso con un albero di corbezzolo.

Per un po’ di shopping, non perdete una passeggiata sull’elegante Gran Via, mentre per una parentesi culturale non si può dimenticare una visita al Museo del Prado, una delle pinacoteche più importanti del mondo.

Se arrivate qualche giorno prima del 31 dicembre, non perdetevi il giorno dei Santi Innocenti, che cade il 28 dicembre. Si tratta di una giornata in cui ogni scherzo è lecito, un po’ come il nostro “pesce d’aprile“. Per tutta la Spagna è una festa molto importante e nel mese di dicembre si trovano articoli divertenti e scherzi di ogni genere nei mercatini di Natale, soprattutto quello di Plaza Major. Infine, non si può parlare di una visita di Madrid e della Spagna in generale senza pensare ai suoi cibi: il viaggio sarà allietato da diversi piatti golosi, come tapas di ogni genere, il saporito jamon e gli immancabili churros con la cioccolata calda. Un piacere per gli occhi e una delizia per il palato!

Quindi cosa aspettate? Organizzate subito il vostro Capodanno speciale a Madrid, non ve ne pentirete!

8. Dove andare a Capodanno con i bambini: Passeggiando tra i castelli della Loira

di CON LA VALIGIA ARANCIONE

Capodanno con bambini castelli della Loira Chambord
“C’era una volta una principessa che viveva in un meraviglioso castello”: quante fiabe iniziano con queste parole? Le mie preferite avevano questo incipit e come in un incantesimo mi immergevo in queste atmosfere incantate. Per un’amante di queste ambientazioni fiabesche come me, visitare i castelli della Loira è stato come realizzare un sogno! 
 Simboli del Rinascimento francese, i castelli della Loira inseriti nel circuito “Grands Sites du Val de Loire” sono circa ventidue , dislocati lungo le rive della Loira e dei suoi affluenti, a circa 250km da Parigi. E’ possibile passeggiare di castello in castello grazie alla loro vicinanza per cui vi propongo un itinerario di  un giorno tra due castelli della Loira, Chambord e Chenonceau. Chambord è la punta di diamante dei castelli della Loira. E’ un capolavoro architettonico unico che rispecchia il potere e lo spirito visionario del suo ideatore, il giovane re Francesco I. Dal basso Chambord è imponente, maestoso, riflette l’immagine del suo glorioso passato che doveva stupire i suoi amici ed i suoi nemici.

Lo stile del castello risente delle influenze di Leonardo da Vinci, evidenti nella scala a doppia elica, composta da due rampe che salgono attorno ad un nucleo centrale e che portano fino all’ultimo piano del castello. Da qui si accede alla terrazza da dove poter godere di una superba vista sul parco e sui giardini e, se si guarda ancora verso l’alto, si possono ammirare i comignoli e le torrette che conferiscono a Chambord la sua silhouette unica.

 A circa 60km da Chambord si trova il castello di Chenonceau, il mio preferito. Chenonceau è un elegante e raffinato château sospeso sul fiume Cher, chiamato anche il “castello delle dame” per il tocco femminile che ha caratterizzato le scelte architettoniche. A Diana di Poitiers si deve la costruzione del ponte che ha reso unica la silhouette del castello, a Caterina de’ Medici si deve invece la galleria a due piani sul ponte, sede di sontuose feste. All’interno di Chenonceau sono presenti fiori freschi in ogni stanza e in ogni corridoio, persino nelle cucine, come se il castello fosse ancora una dimora abitata e i visitatori fossero ospiti attesi, da accogliere con colori, profumi e con il calore dei caminetti sempre accesi.

Durante il periodo natalizio e fino al 6 gennaio i castelli si illumineranno di mille luci che faranno brillare gli occhi dei visitatori: alberi di Natale, luci sulla facciata e i giardini addobbati renderanno più magica ed indimenticabile la vostra visita.

9. Dove andare a Capodanno con i bambini in Austria: Vienna

di PANANNA BLOG DI VIAGGI

Capodanno con bambini Vienna Schonbrunn
Vienna in inverno è stupenda! Questa città, il cui centro storico è Patrimonio Unesco, presenta un sacco di attrazioni a misura di bambino e distanze gestibili a piedi, nella maggior parte dei casi. Per questo ve la consiglio per il prossimo Capodanno, fermandovi almeno due-tre giorni per esplorarla al meglio.

Cosa vedere a Vienna con i bambini: le attrazioni pensate a misura di famiglia sono tante, dallo ZOOM, un museo che unisce arte, sperimentazione e gioco, al Museo di storia naturale, passando per il castello di Schönbrunn, con i laboratori per veri principi e principesse, e lo zoo più antico del mondo.
A noi è piaciuta molto anche la coloratissima Hundertwasserhaus e il vicino museo dedicato all’architetto Hundertwasser (il KunstHausWien), apprezzato dai ragazzi per le opere colorate e le esposizioni interattive.

Cosa fare per Capodanno a Vienna con i bambini: il classico capodanno a Vienna si chiama Silvesterpfad si festeggia in piazza, la via che va dal Municipio al Prater si anima sin dal primo pomeriggio di tante bancarelle fino alla conclusione a mezzanotte con un grande spettacolo pirotecnico.
Per sopravvivere al freddo vi consiglio di prenotare per cena al Rollercoaster, un ristorante a tema montagne russe, che terrà impegnati i vostri figli finché non sarà ora di godersi i fuochi d’artificio sul Prater. Un’altra opzione è godersi la serata più gettonata dell’anno in battello: una crociera sul Danubio vi permetterà di apprezzare la città da una postazione comoda e calda, ma a un prezzo non esattamente economico (circa 135 euro/persona, bimbi gratuiti fino a 6 anni).

Dove alloggiare a Vienna: noi abbiamo scelto un appartamento nella zona del Belvedere, la scelta migliore quando si viaggia in famiglia, per questioni di flessibilità. Un’altra buona opzione sono gli hotel con camere familiari, ma affrettatevi a prenotare che i prezzi salgono!

10. Dove andare a Capodanno con i bambini in Olanda: Amsterdam in famiglia

di FOLLETTI IN VIAGGIO 

Capodanno con bambini Amsterdam

Un’idea originale per il capodanno in famiglia? Beh forse non avete pensato ad Amsterdam! Come dite? Il freddo? Si …beh…un po’ di freddo c’è ma sappiate che il mare del Nord in realtà mitiga moltissimo la temperatura che non scende mai sotto lo zero! Amsterdam offre moltissime attività per la famiglia! I musei sono organizzatissimi per i bambini, il Van Gogh Museum offre una caccia al tesoro per ricevere in cambio dei gadget, mentre il Rijksmuseum ha una bellissima pista di pattinaggio sul ghiaccio nella piazza davanti, dove i bimbi possono scorrazzare mentre i genitori si gustano una cioccolata calda!

Poi ci sono i giri sui battelli nei canali, i mulini a vento ed il ventoso mare a pochi passi! Il museo Nemo attraverso esperimenti scientifici ed esperienze ci porta a scoprire scienza e tecnica in modo divertente ed, al contrario, la Casa di Anna Frank ci fa riflettere sul passato. Tantissimi parchi verdissimi in cui scorrazzare e poi dei posti favolosi dove assaggiare i tipici pancakes olandesi! A tal proposito vi consigliamo la Pancake Bakery che non potete proprio perdere!

La capitale si sviluppa tutta attorno alla via principale, la Damrak che porta poi in piazza Dam. Le case sono strette e alte e ricche di oggetti strani da ricercare…ad esempio sapete a cosa servono i ganci che ci sono vicino ai tetti? Eh eh…lo lasciamo trovare a voi! La nostra permanenza nella capitale olandese ci ha fatto scoprire moltissime cose tra cui il Festival delle Luci che si tiene ogni anno a dicembre sui canali della città olandese. Una serie di installazioni luminose create da artisti noti che illuminano i percorsi dei battelli. Un evento davvero spettacolare che fatto la notte dell’ultimo dell’anno risulta magico! L’animazione delle piazze propone musica, balli e concerti come nelle grandi città europee, ma la cosa che ci rimarrà nel cuore sempre sono i fuochi che esplosi in cielo e riflessi sugli specchi d’acqua sono davvero imperdibili!

 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Allora condividilo!

Mercatini di Natale al Ricetto di Candelo, in Piemonte

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - oggetti di Natale

La magia del Natale in uno dei borghi più belli d’Italia

Novembre in Piemonte è sinonimo di giornate più corte e temperature sempre più basse, spesso accompagnate da una fine nebbiolina. Combattiamo così la malinconia programmando le nostre visite ai mercatini di Natale e proiettandoci  verso la magia di luci e alberi addobbati. Alla prima richiesta “mamma, voio vedere Babbo Natale!” siamo dunque preparati. Quest’anno iniziamo dai Mercatini di Natale al Ricetto di Candelo.

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - buone feste
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - addobbi di Natale
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - negozio

Natale in Piemonte – Mercatini di Natale al Ricetto di Candelo

Ricetto di Candelo, in provincia di Biella, è uno dei tanti splendidi luoghi da visitare in Piemonte e riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia.

Candelo è considerato il fiore all’occhiello dell’offerta turistica della provincia di Biella e del Piemonte. Il Ricetto, il suo borgo medievale fortificato del XIII-XIV secolo, è molto suggestivo e scopriamo essere unico a livello europeo per il suo stato di conservazione.

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - rua del ricetto
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - rua del ricetto

Il Ricetto di Candelo vive due eventi molto amati che affollano le strade acciottolate e richiamano turisti da ogni dove.

In primavera si riempie di fiori adornata da florovivaisti biellesi e dell’Alto Piemonte per l’evento Candelo in fiore e in inverno si veste di magia con il Borgo di Babbo Natale.

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - suonatori
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - interno
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - interno

Dopo aver visitato l’anno scorso i mercatini di Natale sul lago di Viverone e i mercatini di Natale di Torino continuiamo la scoperta del Piemonte spedendo la prima letterina di Babbo Natale al Ricetto di Candelo.

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - pupazzo di neve

Cosa fare con i bambini ai Mercatini di Natale al Ricetto di Candelo

Candelo ci accoglie con la sua piazza principale addobbata con qualche casetta, niente di particolare, ma quando si varcano le mura lo scenario cambia totalmente.

All’ingresso un grande albero di Natale, strade acciottolate, casette di legno con prodotti tipici e botteghe aperte con all’interno laboratori per i più piccoli.

Mercatini di Natale, il ricetto di Candelo
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - pupazzetto
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - slitta di Babbo Natale

All’entrata viene consegnato un divertente puzzle che si compone di tessere adesive, consegnate durante le tappe del percorso per i bambini per colorare il mosaico del Borgo di Babbo Natale.

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - ingresso prima tappa
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - caccia al tesoro
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - elfi al lavoro

La cartina numerata ci aiuta nella pianificazione del percorso. Ci dirigiamo subito verso il numero 1 per scrivere la letterina di Babbo Natale.

Giovani elfi consegnano il materiale e scrivere il suo primo “caro Babbo Natale” ci emoziona tanto! Il nostro Matteo ci mette del suo e ci imprime qualche stampino e due scarabocchi natalizi. Che belli i 3 anni.. basta un pennarello colorato per farlo felice e ovviamente la promessa che Babbo Natale gli porterà una gru gialla graaaande!

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - slitta di Babbo Natale
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - prima tappa
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - lettera a Babbo Natale

Il Ricetto è piuttosto raccolto ma passiamo tranquillamente tutto il pomeriggio tra botteghe e laboratori per ricevere la corona personalizzata, il braccialetto, costruire la stella di natale di carta e smangiucchiare pandoro e panettone distribuiti gratuitamente con tè caldo nelle varie postazioni.

L’idea delle figurine adesive consegnate ad ogni laboratorio è davvero molto carina.  Stimola a visitare il borgo e andare alla ricerca delle nuove esperienze natalizie.

Vediamo i bimbi di ogni età davvero entusiasti ed è tutto un attaccare figurine con cartine alla mano tutto il pomeriggio.

Mercatini di Natale al Ricetto di Candelo – l’incontro con Babbo Natale

L’incontro più atteso è quello con Babbo Natale. All’interno nessuna figurina ma la possibilità di lasciare nella buca rossa la letterina con lo stampino e incontrare l’omone rosso più amato dai bambini.

La spedizione della prima letterina di certo non la dimenticheremo! Saltiamo così l’acquisto degli oggetti di artigianato puntando su Babbo Natale e le fette di panettone in distribuzione. Assecondiamo il nostro piccolo volentieri!

Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - imbucando la lettera a Babbo Natale
Mercatini di Natale, Ricetto di Candelo - incontro con Babbo Natale
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - lettere di auguri

Babbo Natale è davvero molto dolce somigliante all’immaginario di tutti.. vorremmo salirgli in braccio anche noi sussurrando i nostri desideri per la notte di Natale.

Vi attenderà una lunga coda, scegliete un orario non troppo di punta.

Il percorso prevede una postazione con tè caldo e panettone, si inganna così piacevolmente l’attesa, e una volta entrati foto di rito con Babbo Natale!

La biblioteca di Candelo è una tappa dei Mercatini di Natale

Quando il freddo comincia a farsi sentire andiamo a recuperare l’ultima figurina adesiva, la numero 8.

E’ stato molto interessante scoprire che l’ultima figurina e l’ultimo laboratorio sono nella biblioteca civica. La raggiungiamo in pochi minuti a piedi. E’ piccolina ma molto graziosa e ci attendono torcetti e tavoli a misura di bambino per colorare e attaccare con il cotone la barba di Babbo Natale.

Mercatini di Natale, Candelo - pausa creativa nella biblioteca
Mercatini di Natale, Candelo - presepe nel cortile della biblioteca
Mercatini di Natale, ricetto di Candelo - villaggio degli gnomi

Mercatini di Natale al Ricetto di Candelo informazioni utili

DATE E ORARI 2018

Il Borgo di Babbo di Natale al Ricetto di Candelo per il 2018 è aperto nei week end del 17 e 18 – 24 e 25 novembre e 1 e 2 – 8 e 9 dicembre 2018 dalle 10.00 alle 18.00 .

BIGLIETTI 2018

Il biglietto si compra nella piazza in una casetta si legno subito prima di entrare nelle mura. Con i biglietti viene consegnata la mappa e il puzzle adesivo da riempire di tessere. L’entrata ha un costo di 3,5 euro ed è gratuita fino a 14 anni.

COME ARRIVARE IN AUTO

In auto si arriva da Milano o Torino prendendo l’autostrada A4 ed imboccando l’uscita Cariso, poi SS 230 fino al bivio per Benna-Candelo. Abbiamo seguito le indicazioni per Candelo e lasciato l’auto nel primo parcheggio, segnalato per l’evento, entrando in paese.

DOVE MANGIARE

Gli stand del mercatino non offrono una grande scelta di cibo, però non mancano: pizza, toast, vin brule, castagne e distribuzione gratuita di te caldo, panettone e pandoro.

Non li abbiamo provati di persona essendo arrivati dopo pranzo ma qui potete trovare qualche locale all’interno o all’esterno del Ricetto.

DOVE PARCHEGGIARE

Potete visionare qui la cartina dei parcheggi per l’evento.

 

 

 

Natale in Alsazia con bambini a Kaysersberg, il villaggio più amato dai francesi

Kaysersberg con bambini - negozio di giocattoli

Il periodo più suggestivo dell’anno per Kaysersberg è il Natale. Il pittoresco borgo si arricchisce di luci, addobbi e mercatini natalizi.

Se siete alla ricerca di luoghi fiabeschi da visitare con i vostri piccoli viaggiatori, se siete pronti a sgranare i vostri occhi e immergervi in un’atmosfera natalizia unica, allora non vi sbaglierete scegliendo di respirare la magia del Natale in Alsazia con bambini a Kaysersberg.

Questa sorprendente regione della Francia orientale offre ai visitatori, grandi e piccini, scorci da fiaba, villaggi e borghi in cui sembra che il tempo si sia fermato.

Kaysersberg con bambini - Mercatino di natale

Una regione, quella alsaziana, splendida da vivere in estate  tra rigogliosi vigneti e ancora più romantica in autunno con i suoi colori mozzafiato.

Ma è nel periodo Natalizio che i piccoli e raccolti paesini che costellano la regione francese vengono accarezzati dalla magia delle luci, dalla tradizione dei presepi e degli alberi di Natale, dal profumo della cannella e del caldo vin brulé.

Kaysersberg con i suoi dettagli da cartolina, è insieme a Colmar e Riquewihr uno dei villaggi alsaziani più belli.

Natale in Alsazia con bambini

Quando il Natale si avvicina, i nostri ricordi corrono alle atmosfere alsaziane che abbiamo assaporato l’anno scorso.

Dubbiosi sugli scioperi aerei, sui costi proibitivi dei voli e sul maltempo, lo scorso dicembre eravamo alla ricerca di un luogo diverso, suggestivo e che fosse raggiungibile in auto, l’Alsazia!

Kaysersberg con bambini Natale

Una regione che con i suoi vigneti, le sue cantine e il suo amore per il territorio profumava già di casa, ricordandoci il nostro amato Piemonte.

Il nostro viaggio in Alsazia è durato tre giorni, troppo pochi per esplorare questa regione che è un susseguirsi di villaggi uno più bello dell’altro.

Kaysersberg con bambini - negozi

I caratteristici borghi medioevali sono quasi tutti pedonali e questo ci ha permesso di immergerci nell’atmosfera natalizia senza stress e poter lasciare il nostro piccolo viaggiatore libero di correre nei centri storici.

Abbiamo adorato la famosissima Colmar, definita la piccola Venezia, e la fiabesca Riquewihr, il villaggio del celebre “La bella e la bestia”, e un pezzettino di cuore lo abbiamo lasciato anche nell’intimo borgo di Kaysersberg.

Kaysersberg, il villaggio francese più amato

Con i suoi appena 2700 abitanti, il piccolo borgo che significa in italiano “Collina dell’Imperatore” (nome dovuto a Federico II di Svevia) si trova nel cuore della regione  ed è inserito nella Strada dei Vini d’Alsazia, uno degli itinerari più suggestivi della zona.

Il villaggio francese di Kaysersberg, che merita di essere visitato anche nelle altre stagioni, vive durante il Natale il periodo più suggestivo dell’anno.

Le vie si arricchiscono di addobbi e luci, profumano di vino caldo e dolci speziati.

Nel 2017 il borgo di Kaysersberg è stato decretato il villaggio preferito dei francesi, le “Village préféré des francais 2017”.

Kaysersberg con bambini luci di Natale

Il fascino va sicuramente va alle sue viuzze lastricate, alle sue casette in legno, all’atmosfera d’altri tempi che si può respirare passeggiando tra una stradina e l’altra.

Natale in Alsazia con bambini a Kaysersberg

Dopo la visita a Riquewihr non siamo ancora sazi di queste atmosfere e ci dirigiamo verso il borgo di Kaysersberg.

Kaysersberg con bambini - mercatini di Natale
Kaysersberg con bambini - presepe
Kaysersberg con bambini - paese da fiaba

Dista appena 10 km e le strade che si percorrono tra i vigneti hanno qualcosa di suggestivo, specialmente durante un tramonto d’inverno.

Lasciata la macchina nel parcheggio esterno ci addentriamo nel centro storico. Adoriamo questa caratteristica in Alsazia, le vie interne pedonali sono molto piacevoli da percorrere con un bimbo di due anni e passeggino al seguito.

Ogni borgo ha qualcosa di familiare e allo stesso tempo unico. Si ritrovano le stesse atmosfere e gli stessi profumi ma cambia la luce, cambiano le case, cambia la nostra prospettiva.

Sta tramontando il sole e Kaysersberg si accende di magia.

Kaysersberg con bambini - luci di Natale

Ogni casa è illuminata e, alzando gli occhi, ogni finestra appare come un piccolo teatro. Spuntano Saint Nicolas, orsi polari, renne, presepi illuminati. Sogniamo ad occhi aperti.

Il suo tradizionale mercatino artigianale di Natale si trova tra le mura della città antica.

Tra gli chalet troverete souvenir di natalizi in vetro soffiato, giocattoli di legno, presepi, ghiottonerie e vin chaud.

Kaysersberg con bambini - Babbo Natale
Kaysersberg con bambini - giocattoli vintage
Kaysersberg con bambini - Marché de Noël

Questo mercatino di Natale, uno dei più antichi della regione, incarna perfettamente la tradizione e la magia di Natale in Alsazia.

La città medievale di Kaysersberg ci ha regalato un’incantevole passeggiata nel cuore di una cornice pittoresca e autentica del XVII secolo.

Informazioni utili sul Natale in Alsazia con bambini a Kaysersberg

In occasione dell’Avvento, i mercatini di Natale Kaysersberg si riempiono di artigiani che propongono giocattoli, vetro soffiato, giochi in legno.

Dal 30 novembre al 23 dicembre, tra le mura della città antica, riecheggia l’anima del Natale alsaziano. I mercatini aprono il fine settimana venerdì, sabato, domenica dalle 10.00 alle 20.00.

Kaysersberg con bambini - Marché de Noël
Kaysersberg con bambini - giocattoli vintage

Quello di Kaysersberg è uno dei mercatini più antichi di tutta l’Alsazia e avvolge i visitatori con profumo di vino caldo, salumi, pan pepato tra deliziose botteghe in legno.

Per tutte le info potete consultare il Natale in Alsazia di Kaysersberg.

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo!

 

Potrebbero anche interessarti

Viaggio in Alsazia con bambini a Colmar, un libro di fiabe a cielo aperto

Riquewihr, il villaggio di La Bella e la Bestia è in Alsazia

 

Maker Faire Rome 2018, il più grande evento europeo sull’innovazione è family friendly

Maker Faire RomeDal al 12 al 14 ottobre a Roma torna Maker Faire Rome

Maker Faire Rome è alla sesta edizione e per 3 giorni a partire dal 12 ottobre sarà presente nei padiglioni della Fiera di Roma. Un evento family-friendly ricco di invenzioni e creatività in cui la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico è il fulcro del “movimento makers”.

Chi sono i makers

I makers sono artigiani digitali. Inventori, pensatori, appassionati di tecnologia, artisti, studenti che si confrontano e stupiscono per le loro idee.

Sono persone che creano prodotti con il forte supporto innovativo e il cui motto è “fai da te” e che collegano fortemente i concetti di artigianato e di digitale iniziando dal processo produttivo.

I makers sono un vero e proprio movimento culturale in ascesa sul piano dello sviluppo economico e sociale, che rivedono in stile moderno le conoscenze già esistenti.

Cos’è Maker Faire

Maker Faire è il più importante spettacolo al mondo sull’innovazione, è un raduno di persone appassionate e curiose che amano imparare e condividere ciò che sanno fare.

È un luogo in cui i produttori possono mostrare esempi del loro lavoro e interagire con gli altri. Il “fai da te” è spesso invisibile nella nostra società, è in genere lontano dai riflettori di eventi scientifici o artigianali. Maker Faire rende visibili questi progetti e le idee che difficilmente potremmo conoscere.

Maker Faire nasce nel 2006 come un progetto della rivista Make magazine nella zona di Bay Area di San Francisco e da allora cresce con eventi di livello mondiale.

Cos’è Maker Faire Rome – The European Edition

Maker Faire Rome, The European Edition, è la più grande Maker Faire al di fuori degli Stati Uniti e la seconda al mondo per numero di visitatori.

Dopo aver superato oltre 100 mila presenze nell’edizione 2017, torna a Roma la sesta edizione che per tre giorni a partire dal 12 ottobre animerà i padiglioni di Roma Fiere.

La città di Roma è al centro dell’innovazione e accende l’interesse su centinaia di idee e progetti tecnologici che provengono da tutto il mondo.

Tante invenzioni in campo scientifico e tecnologico, robotica, intelligenza artificiale, automazioni e tecnologie per la produzione alimentare. Nuove forme d’arte, di musica e spettacolo che danno vita a un enorme palcoscenico tecnologico.

Anteprima Maker Faire Rome 2018

Oltre 50.000 mq a disposizione per ospitare centinaia le innovazioni da scoprire e con le quali interagire.

Maker Faire Rome è una grande festa dell’inventiva aperta ad ogni forma di creatività applicata: dalle idee più serie ed innovative fino alle più fantasiose, dalle nuove tecnologie al “saper fare” tradizionale ed artigianale rivisto in chiave moderna.

Design, elettronica, artigianato digitale, salute e qualità della vita, arte, droni, energia, sostenibilità, open source, il negozio del futuro, area kids, aerospazio, sono solo alcuni dei temi di questa edizione.

Padiglione 7 – area kids & education

In quest’area i bambini e ragazzi dai 4 ai 15 anni, possono sperimentare in prima persona il vero spirito maker, con laboratori di elettronica, robotica, programmazione e creatività digitale.

Spazio Espositivo
Tantissimi stand compongono lo spazio espositivo dove i giovani partecipanti e i loro accompagnatori possono conoscere da vicino i makers e i loro progetti e prototipi.
L’area è accessibile liberamente dai visitatori.

Area Kids Open Lab
L’area più famosa del padiglione, nel quale i bambini possono restare per un’ora, un team di “educatori” vi aspetta per supportarvi a sperimentare tantissime attività interattive ed entusiasmanti di robotica, coding ed elettronica.
All’area possono accedere solo i bambini.
Per partecipare è necessario prenotarsi sul posto direttamente presso i desk di accoglienza all’ingresso indicato dalla segnaletica “Kids Open Lab Entry”.

Kids Island
Laboratori creativi di making, robotica, elettronica e coding attivi a ciclo continuo per tutta la durata della manifestazione.
Per partecipare è necessario prenotarsi sul posto direttamente all’ingresso dell’isola stessa.

Kids Fablab
Spazi di lavoro allestiti come veri e propri Fablab dove i partecipanti possono conoscere da vicino la cultura maker e sperimentarne gli strumenti dal vivo!
Per partecipare alle attività dei Fablab è necessario prenotarsi sul posto direttamente all’ingresso del FabLab stesso.

Attraction
Aree nude allestite con attività interattive e scenografiche e liberamente avvicinabili dal pubblico.
Le attraction saranno accessibili liberamente.

Stage
Scienziati “pazzi” e maghi tecnologici intrattengono i visitatori con performance spettacolari ed esperimenti interattivi.

Maker Faire Rome, The European Edition, è un luogo d’incontro, di confronto, di formazione, di divertimento e interazione.

Un evento a cui si partecipa per imparare, conoscere e soprattutto divertirsi!

 

 

[sponsored post]

Itinerario tra le colline del Monferrato con i bambini

Tra le cantine e i vigneti del Monferrato con i bambini per un tour tra le cantine e i vigneti.

Giro del Nizza vigneti

Chi ha detto che il vino è solo una cosa per grandi? Domenica scorsa abbiamo partecipato al Tour Enogastronomico del Giro del Nizza attraverso un semplice percorso nel Monferrato adatto anche ai bambini.

La manifestazione che fa parte del programma di Cantine a Nord Ovest organizzato da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta, in associazione con i produttori e il Comune locale, ci ha permesso di andare a zonzo tra le cantine alla scoperta del Monferrato con i bambini.

Giro del Nizza Monferrato

Amiamo le Langhe e il Monferrato e ci sentiamo davvero fortunati ad abitare così vicini a queste zone meravigliose.

Dal 2014 i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato sono stati riconosciuti Patrimonio Mondiale UNESCO. Posizionandosi come cinquantesimo sito italiano della lista, il Piemonte ha portato su scala internazionale le bellezze di questa regione.

cantina Franco Mondo - vigneto

Le armoniose colline che si estendono per chilometri, i piccoli borghi arroccati, gli antichi castelli e la buona cucina fanno delle Langhe e del Monferrato un’occasione unica per un week end o una gita fuori porta.

Leggi anche Un’idea per una giornata con i bambini tra i vigneti delle Langhe

Una giornata per rifugiarsi tra la pace e i colori di queste colline è quello che ci vuole, anche con i bambini.

cantina Franco Mondo

Il giro del Nizza – Itinerario tra le colline del Monferrato con i bambini

E’ con gran gioia che abbiamo quindi partecipato al Giro del Nizza, il Tour Enogastronomico tra le vigne e le cantine dei produttori del Nizza, eccellenza della Barbera d’Asti Superiore.

Partenza dall’Enoteca Regionale di Nizza Monferrato, registrazione, ritiro pass e naturalmente i bicchieri!

Una cartina con la mappa delle 26 cantine aperte per 18 comuni produttori del Nizza DOCG.

cartina Giro del Nizza

Abbiamo percorso un itinerario in assoluta libertà e autonomia, seguendo il nostro istinto e le esigenze del nostro bimbo: per noi il protagonista dell’ottava edizione del Tour!

Il nostro piccolo viaggiatore di due anni ha fatto la sua prima esperienza nelle cantine, tutto all’insegna della semplicità e del rispetto dei suoi tempi. E’ questo per noi il segreto di una giornata perfetta con i bambini piccoli!

Siamo partiti per comodità dalle cantine più vicine a Nizza Monferrato per poi finire il tour con quelle logisticamente più comode per il rientro.

cantina Barbatella

Cantina dopo cantina abbiamo assaporato un delizioso aperitivo, un pranzo, una merenda e la cena con degustazioni di ogni tipo.

cantina - La Gironda

Abbiamo inoltre apprezzato i generosi spazi nella natura di cui godono moltissime cantine e le loro splendide viste sulle colline. Sicuramente ci torneremo!

Itinerario tra le colline del Monferrato con i bambini – Le nostre impressioni

I profumi, i sapori, la natura e le ore passate all’aria aperta sono stati un delizioso connubio che ha riempito la giornata di nuove scoperte.

cantine Berta

Il vino e le cantine sono una meravigliosa idea per passare una domenica adatta anche alle famiglie con bambini.

I grandi degustano mentre i piccoli scoprono il territorio e imparano qualcosa di nuovo divertendosi.

Giro del Nizza - vigneto

Un ringraziamento particolare alle cascine visitate per i vini eccellenti, la splendida accoglienza enoturistica e una gentilezza top!

Cascina Garitina (Castel Boglione AT) –  Distillerie Berta ( Mombaruzzo AT) – Cascina La Barbatella (Nizza Monferrato AT) – Azienda Agricola Franco Mondo (San Marzano Oliveto AT) – La Gironda (Nizza Monferrato AT) – Bersano Vini (Nizza Monferrato AT)

A Torino con i bambini per un Natale coi fiocchi!

Gli eventi a Torino con i bambini nel periodo natalizio

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Dal 24 novembre si è inaugurata ufficialmente a Torino l’agenda di Natale coi fiocchi, una serie di appuntamenti, manifestazioni e attività per i bambini che movimenteranno la città fino al 6 gennaio.

Non c’è un periodo migliore per visitare Torino, ogni stagione offre piacevoli sorprese e  svariate attività da fare con i bambini.

Ricca di musei e gallerie, con un centro storico meraviglioso, è una città semplicissima da girare sia a piedi che con i mezzi pubblici.

Piazzetta Reale

Piazzetta Reale

Amiamo Torino per la sua eleganza e per le sue attività, una città viva che è protagonista di tanti eventi  per adulti e bambini.

Adoriamo frequentare il Teatro Regio e scoprire i suoi Musei, in particolar modo quello del Cinema ospitato all’interno della Mole, che con il suo fascino ci ha rapiti fin dalla prima volta. Romantica la visita con la spettacolare salita in ascensore panoramico fino al tempietto, da cui si può godere di una vista mozzafiato della città, specialmente dopo il tramonto!

Torino ci ha visti  “sfrecciare” sui rollerblades tra le stradine dei suoi parchi, esplorare la collina di Superga, incantarci davanti alla Gran Madre e alla Chiesa dei Cappuccini illuminata. Torino ci ha visti innamorare in una calda giornata di ottobre lungo il Valentino.

In centro a Torino con i bambini per un Natale coi Fiocchi

mercatini di natale torino

Nel periodo natalizio la città si veste di magia e, se non temete il freddo, scoprirete che è uno dei momenti più belli per conoscere il capoluogo piemontese abbellito da luci, suoni e colori. 

Ma a Torino il Natale inizia già a fine ottobre quando le istallazioni delle luci d’artista si accendono e la città si illumina d’arte.

Le installazioni di artisti italiani e stranieri impreziosiscono il centro e la periferia con opere d’arte contemporanea.

Luci d'artista in Piazza San Carlo

Luci d’artista in Piazza San Carlo

L’accensione del meraviglioso albero di Natale di 19 metri, per il 2018 in Piazza San Carlo, e l’apertura delle prime due finestrelle del Calendario dell’Avvento hanno dato il via all’ottava edizione di ‘A Torino un Natale coi Fiocchi’.

Albero di Natale in Piazza Castello

Albero di Natale in Piazza Castello ed.2017

Oltre Piazza San Carlo non perdetevi piazza Solferino e il cortile del Maglio, che oltre a ospitare i mercatini, faranno da palcoscenico ad una ricca programmazione di concerti dal vivo, pattinaggio e attività per grandi e piccini.

Mercatini di Natale Torino

Mercatini di Natale Torino

Ecco tra le tantissime proposte cosa vi consigliamo e cosa amiamo di più!

Luci d’artista a Torino

Natale Torino

Via Roma

La ventiduesima edizione delle luci d’artista è stata inaugurata il 31 ottobre e durerà fino al 13 gennaio 2019.

In Piazza San Carlo, non perdetevi l’opera luminosa dell’artista Nicola De Maria “Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime”, che rende una prospettiva della piazza ancora più scenografica.

Ogni anno ammiriamo le opere di artisti famosi che, al calare del tramonto, rendono ancora più bella questa città.

Luci d'artista in Piazza San Carlo

Luci d’artista in Piazza San Carlo

Le vie e le piazze del centro e della periferia diventano scenario di un museo all’aperto.

Luci d'artista in Piazza San Carlo

Piazza San Carlo

 

 

Albero di Natale e il calendario dell’Avvento

Piazza Castello

Anche quest’anno il Natale Torinese è illuminato da uno splendido e scenografico albero fatto di luci e alto 19 metri, per il 2018 in Piazza San Carlo.

Albero di Natale illuminato

Albero di Natale

Piazza Castello è il centro della città da cui si diramano i portici, i negozi più eleganti. Una piazza, forse la più bella di Torino, che vede affacciarsi i più importanti monumenti di Torino: Palazzo Reale, il Teatro Regio e Palazzo Madama.

Palazzo Madama

Palazzo Madama

Ecco lo spettacolo della piazza illuminata con lo scorcio della Chiesa di San Lorenzo.

Natale Torino

Piazza Castello ed.2017

La splendida piazza accoglie anche il Calendario dell’Avvento (anch’esso in Piazza San Carlo quest’anno), opera nata dalla fantasia dello scenografo Luzzati.

Calendario dell'avvento

Ogni sera alle ore 18.00 viene aperta una nuova casellina.

Presepe al Borgo Medioevale

Parco del Valentino
Le opere dello scenografo e illustratore genovese Emanuele Luzzati impreziosiscono anche quest’anno il Borgo Medioevale di Torino con un presepe molto particolare.

90 sagome di legno dipinto mescolano personaggi che traggono ispirazione dalle favole e dai testi sacri della tradizione, allestiti lungo le vie e la piazza del Melograno.

Il Presepe di Luzzati è una famosa tradizione del Natale Torinese, che vale la pena di vedere anche grazie alla splendida location in cui è ospitato.

Mercatini di Natale

Piazza Castello, Piazza Solferino, Cortile del Maglio, Piazza Santa Rita

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Mercatini di Natale in Piazza Castello

Dal 1 dicembre al 6 gennaio se dici Torino dici Mercatino!

Piazza Castello, Piazza Solferino, Cortile del Maglio in Borgo Dora e Piazza Santa Rita si abbelliscono di chalet in legno tra cui passeggiare per curiosare tra delizie gastronomiche e manufatti artigianali.

Naturalmente noi non potevamo non cedere alla tentazione del vin brulè e dello strudel  nella scenografica Piazza Castello!

Pista di pattinaggio su ghiaccio

Piazza Solferino

La trovate in  Piazza Solferino la pista di pattinaggio su ghiaccio, proprio al centro del mercatino di Natale.

Si potrà pattinare al costo di 8 euro (noleggio pattini incluso) con tariffe ridotte per le famiglie e i bambini.

Aperta dal Lunedì al Venerdì dalle 10:00 alle 21:00 e dalle 10.30 alle 24.00 Sabato, Domenica, festivi e prefestivi.

Insomma non perdetevi Torino in questi giorni di festa con eventi, mercatini e concerti!

Tutte le informazioni e la programmazione completa la trovate sul sito ufficiale Natale a Torino.

 

 

Post pubblicato in data 08/12/2017

 

Post revisionato in data 04/12/2018

Mercatini di Natale Viverone

La magia del Natale in riva al lago ai Mercatini di Natale Viverone

Da fine novembre le sponde del lago di Viverone fanno da splendida cornice a «Natale sul lago», un evento unico con ingresso gratuito. Una bellissima occasione per scoprire il Piemonte con i bambini attraverso i mercatini di Natale di Viverone.

Complice una splendida giornata di sole, non potevamo  lasciarci sfuggire il nostro primo assaggio di atmosfera natalizia. E allora dritti verso il primo mercatino di Natale della stagione! Destinazione Viverone, uno tra i più suggestivi del Piemonte.

Viverone mercatini di natale gnomi
Viverone mercatini di natale
Viverone mercatini di natale casa di Babbo Natale

È quasi Natale al lago di Viverone,
le persone felici son tutte più buone
e i bambini, ancor più contenti
aspettano i regali, stan molto attenti.
Babbo Natale sta per arrivare
Ma solo con gli elfi si potrà chiamare.
Elvis è il primo, è già in postazione
Ha tutti gli ingredienti per la pozione
Poi c’è Tinker, pronto a miscelare
Attenti al calderone, non si può rovesciare.
Trilly l’elfo imbottiglia l’intruglio
C’è grande fermento, è tutto in subbuglio
E quando la pozione è pronta e finita
Da Babbo Natale in punta di dita
Arrivano i bimbi cantando festosi
Felici giorni sereni e gioiosinatalesullago.it

Viverone, un lago riservato

Lago di Viverone

Lago di Viverone

Mare, montagna, lago, ogni luogo racchiude un ricordo speciale per noi e Viverone non fa certo eccezione.

Il lago di Viverone è il terzo più grande del Piemonte a 230 metri sul livello del mare. Si trova nell’estrema parte nord-orientale del Canavese e fa parte delle province di Vercelli, Torino e Biella (con il comune di Viverone da cui prende il nome).

Il lago incanta con il suo senso di pace e riservatezza, difficili da ritrovare in luoghi più conosciuti.

Siamo arrivati verso l’ora di pranzo, approfittando delle piacevolissime temperature abbiamo passeggiato vicino alle sue sponde, fermandoci fin dopo il tramonto.

Il lago al tramonto

Una rilassante e romantica passeggiata, impreziosita dai colori della vegetazione autunnale che circonda il lago. Le montagne appena imbiancate sullo sfondo e l’arrivo di una nebbiolina lacustre hanno reso il paesaggio ancora più fiabesco.

Non ha la fama dei Laghi più grandi ma il pregio del Lago di Viverone è proprio questo, l’essere poco frequentato, il non venire preso d’assalto nei week-end dai turisti.

La piccola eccezione a questa pace è l’evento natalizio di “Natale sul Lago”, che regala un’atmosfera incantata in una cornice d’eccezione.

Mercatini di Natale Viverone

Stand a Viverone

Mercatini di Natale Viverone

Per l’edizione 2018 dal 24 novembre al 23 dicembre Viverone accoglie grandi e piccini con 60 chalet di legno, artisti di strada, luci, musiche natalizie in sottofondo. Non mancano poi spettacoli, elfi e la casa di Babbo Natale.

I mercatini di Viverone

viverone-mercatini-natale-bancarella-salumi-pupazzo
Viverone mercatini di natale gnomi
Mercatini di Natale a Viverone

Le animazioni e gli spettacoli per i bambini edizione 2018

Un Elfo Postino aiuterà  l’indaffaratissimo Babbo Natale a timbrare e consegnare ad ogni bambino una bella cartolina personalizzata.

Ingresso riservato alle famiglie. Costo a bambino: €.2,50 + €.1,00 diritti di prenotazione.

LEGGENDA DELLA DAMA DEL LAGO

La compagnia Stardust di Torino farà rivivere la storia della Dama del lago alla ricerca del suo cavaliere.

Un susseguirsi di spettacoli acrobatici dalle 11.00  alle  ore 18.15

Spettacolo gratuito e adatto ad ogni età.

ALBALUCE E LA MAGIA DEL NATALE

L’amata ninfa Albaluce, la protagonista del Musical di “Natale sul Lago”, con l’aiuto dei bimbi sconfiggerà la strega cattiva. Un viaggio nella leggenda della ninfa dedicato alle famiglie ma anche a tutti coloro che vogliono sognare e a Natale, ritornare un po’ bambini.

Uno “street theatre” animato messo in scena da attori professionisti dell’Accademia dello Spettacolo di Torino.

Spettacolo gratuito e adatto ad ogni età.

THE GIPSY MARIONETTIST

The Gipsy Marionettist è uno spettacolo di marionette che sa incantare grandi e piccini.

Spettacolo gratuito e adatto ad ogni età.

BAND IN A BOTTLE

Nel week end 15 e 16 dicembre 4 concerti per un repertorio brani della migliore tradizione italiana e straniera presentati dall’associazione Liceo Musicale di Rivarolo

Trovate tutte le date e gli orari degli spettacoli sul sito ufficiale di Natale sul lago.

Dove parcheggiare ai Mercatini di Natale Viverone

Il comune di Viverone per l’evento Natale sul Lago ha adottato le nuove norme di sicurezza, chiudendo al traffico l’accesso al lungolago.

Per l’edizione 2018 sono 4 i parcheggi che si trovano lungo la strada provinciale SP228.

Per chi arriva dalla A4 uscita Santhià i parcheggi saranno P1 e P2, per chi arriva dalla A5 uscita Ivrea i parcheggi saranno P3 e P4.

All’ingresso dei parcheggi sarà richiesto il pagamento del ticket navetta (andata e ritorno) di € 5,00 ad autovettura. A fronte del pagamento verrà rilasciato un coupon da utilizzare nella casetta “Caffetteria – Tea house NATALE SUL LAGO” per due consumazioni gratuite a scelta fra tè, tisane e caffè.

Mercatini di Natale Viverone – le nostre impressioni

A parte i mercatini che hanno dato il via al nostro clima natalizio, il lago di Viverone è stata una piacevole scoperta. Un’atmosfera romantica e raccolta, come solo il lago sa regalare.

viverone-fagiolino
Caldarroste in riva al lago di Viverone

La giornata era troppo bella quindi non abbiamo assistito allo spettacolo del Musical. Ci siamo goduti le bellezze del lago spizzicando street food qua e là e curiosando tra le casette in legno tra regali, cioccolata e vin brulé.

Una giornata passata sulle sponde del lago a giocare con gli anatroccoli e incantarci davanti allo scoppiettare delle caldarroste al tramonto, il tutto accompagnato dalla magica atmosfera del lago al tramonto.

Benvenuto Natale!

Volete saperne di più sull’evento? Ecco il sito ufficiale di Natale sul lago.

 

 

 

Post pubblicato 30/11/2017

Post revisionato 14/11/2018

 

Potrebbe anche interessarti 

A Torino con i bambini per un Natale coi fiocchi!

Edimburgo con i bambini: le emozioni del Natale scozzese

Edimburgo - mercatini di natale

Edimburgo a Natale

Edimburgo è una bellissima città da visitare con i bambini in qualunque momento dell’anno ma è nel periodo di Natale che la città si impreziosisce di luci e attrazioni che fanno emozionare grandi e piccini.

Edimburgo con i bambini- taxi davanti allo Scott Monument

Edimburgo – taxi davanti allo Scott Monument

Siamo stati ad Edimburgo per la prima volta qualche anno fa, proprio nel periodo Natalizio e ce ne siamo subito innamorati!

In questa città cordiale ed elegante abbiamo respirato per la prima volta aria celtica, avvolti dall’atmosfera fiabesca del suo centro storico medievale, la cui bellezza è valsa alla città la nomina a Patrimonio Unesco.

Edimburgo è una delle più belle città d’Europa, anche se spesso non viene presa in considerazione come prima scelta tra le capitali da visitare con i bambini.

Durante l’inverno raramente la temperatura scende sotto lo zero e i giorni trascorsi nella capitale in pieno dicembre ci hanno regalato splendide giornate di sole!

Se avete bimbi piccoli al seguito noterete che la maggior parte delle strade di Edimburgo ha larghi marciapiedi, adatti ad essere percorsi con un passeggino o con bambini per mano.

Edimburgo con i bambini

Per le strade di Edimburgo

Gli scozzesi inoltre sono molto attenti alle regole stradali e il senso di sicurezza è in generale molto alto. Sono cose che si notano ancora di più quando si viaggia in famiglia.

Edimburgo con i bambini

Per le strade di Edimburgo

Il Natale di Edimburgo

Edimburgo con i bambini

Mercatini

La capitale della Scozia, lo abbiamo già detto, è una delle migliori città europee dove passare le vacanze di Natale.

Alberi di Natale addobbati, casette di legno, negozi di artigianato locale, cashmere e kilt.

Negozi di Kilt in Edimburgo-Edimburgo con i bambini

Negozi di Kilt in Edimburgo

Abbiamo dovuto trattenerci con lo shopping, visto che viaggiamo quasi sempre con bagaglio a mano, ma qualche regalino da portare a casa scappa sempre… soprattutto ai mercatini!!

Edimburgo Mercatini - Edimburgo con i bambini

Mercatini – acquisti tipici

Edimburgo con i bambini

Il bello del visitare mete come questa in inverno è fermarsi a far la fila davanti ai chioschetti in legno per gustare un bollente e aromatico sidro o un fumante cartoccio di patate. Ripararsi nei caldi pub che profumano di salsicce e purè, fotografarsi davanti a orsetti illuminati e tornare tutti bambini davanti ad un albero di Natale.

Cosa fare a Edimburgo con i bambini nel periodo natalizio

Edimburgo con i bambini

Acquisto tipico

Mercatini di Natale

Per gli amanti dei mercatini natalizi non può certo mancare una visita in Scozia nel periodo di Natale e a Edimburgo con i bambini è una tappa obbligata.

Per sfuggire al freddo ci siamo fatti viziare dalle prelibatezze gastronomiche dei meravigliosi mercatini invernali nel centro di Edimburgo.

Edimburgo con i bambini

Anche se caotici, pieni di gente, stancanti non c’è Natale senza un mercatino!

European Christmas Market

Edimburgo con i bambini

Rimedi al freddo ai mercatini

Dal 18 novembre 2017 al 6 gennaio 2018 i Princes Street Gardens, all’ombra del castello di Edimburgo proprio nel centro della città, sono scenario dell’European Christmas Market, il famoso mercato di Natale di Edimburgo.

I giardini di Princes Street sono i più famosi giardini della città, l’enorme distesa verde corre parallela a Princes Street, la via principale dello shopping di Edimburgo.

Sono una delle attrazioni principali di Edimburgo, facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici e a dicembre si trasformano in un enorme parco giochi invernale!

Imperdibile la Big Wheel, la grande ruota panoramica da cui godere una splendida vista della città.

Edimburgo ruota panoramica-Edimburgo con i bambini

Edimburgo ruota panoramica

E se non siete ancora soddisfatti fate un giro sull’affascinante Carousel e sulla Star Flyers.

Di certo non siamo grandi pattinatori ma se siete ad Edimburgo con i bambini vi consigliamo di portarli sulla splendida pista di pattinaggio su ghiaccio! Noi ci siamo divertiti davvero tanto!! Ottimo modo inoltre per scaldarsi!

Edimburgo - pista di pattinaggio - Edimburgo con i bambini

Edimburgo – pista di pattinaggio

Per maggiori informazioni clicca qui

Scottish Market

Edimburgo con i bambini

Cibi, bevande scozzesi e manufatti tradizionali le trovate anche allo Scottish Market, in George Street, con un’ampia scelta di idee regalo.

Per maggiori informazioni clicca qui

Santa Land

The Flying Carousel - Edimburgo-Edimburgo con i bambini

The Flying Carousel – Edimburgo

Ecco il paradiso dei bambini!

Il Santa Land è il villaggio dedicato ai bambini all’interno del Winter Wonderland.

Nella zona est dei giardini di Princes Street il villaggio di Babbo Natale aspetta i bambini con un mercato tutto dedicato a loro.

Questo è il posto giusto per fare un giro con tutta la famiglia sul delizioso Carousel o un giro sul trenino di Santa Claus (il Santa Train), perdersi nel labirinto degli alberi di Natale o sfrecciare sulle montagne russe.

The Flying Carousel-Edimburgo con i bambini

The Flying Carousel – Edimburgo

Ma il Natale non sarebbe lo stesso senza una visitina proprio a lui, Babbo Natale in persona, per salire in braccio e sussurrargli all’orecchio gli ultimi desideri.

Entrate fino al 24 dicembre nella Grotta di Babbo Natale (quest’anno in George Street) per far sedere i bimbi sulle ginocchia dell’uomo in rosso più famoso al mondo.

Per maggiori informazioni clicca qui

Orari

I mercati sono aperti dalle 10.00 alle 22.00.
I mercati aperti alle ore 13 del 18 novembre, chiuso alle ore 20 del 24 dicembre, sono chiusi il 25 dicembre, aperti alle 12 del 26 dicembre e del 1 gennaio.

Informazioni in Edimburgo

L’ufficio informazioni si trova a Edimburgo in Princes Street, 3.

Consultate qui i giorni e gli orari di apertura
Potete chiedere informazioni sulle manifestazioni, mappe, acquistare biglietti per le attrazioni.

Tutte le informazioni sul Natale ad Edimburgo con prezzi, orari e attività le trovate qui

Ancora indecisi se partire per Edimburgo con i vostri bambini?? A noi è venuta tantissima voglia di ritornare!

Halloween con i bambini al Bioparco Zoom Torino

Bioparco Zoom Torino halloween con bambini

Bioparco Zoom Torino, tutto pronto per Halloween

Halloween è alle porte e fervono i preparativi anche nelle famiglie italiane per festeggiare la notte più spaventosa dell’anno. Non siamo ancora grandi fan di questa ricorrenza ma con i piccolini non si perde occasione per festeggiare ogni evento e tornare bambini insieme a loro! Lo scorso anno, in questo periodo, abbiamo scelto con degli amici di portare i bimbi al Bioparco Zoom Torino. Il bioparco si ispira alla zoo-immersione, che dà ai visitatori la sensazione di essere immersi in un ambiente simile a quello in cui gli animali vivono in natura. Per i più piccoli è stata una giornata di avventura e scoperta, in uno spazio su misura pensato per loro. Zoom, situato a Cumiana a 30 km da Torino, è un luogo che sa regalare a tutta la famiglia momenti di divertimento a contatto con la natura e con gli animali.

Bioparco Zoom Torino con bambini

Bioparco Zoom Torino speciale Halloween

Pentoloni fumanti, zucche, ragnatele, giochi e attività accolgono grandi e piccini nei week-end di ottobre e fino al 4 novembre.

Bioparco Zoom Torino Halloween con bambini scheletro

Quest’anno nel weekend, il 31 ottobre e nei festivi ci saranno laboratori per i più piccoli dalle 12.30 alle 16.30 e l’imperdibile Dolcetto & Scherzetto renderà ancora più dolce la visita del parco.

Nel periodo di Halloween gli orari sono dalle 10.00 alle 18.00 con prolungamento di orario nelle giornate del 27 e del 31 ottobre dalle 10.00 alle 22.00.

Lo scorso anno abbiamo trovato molto divertenti per i bimbi attività come lo zucca painting e face painting. Aree tematiche e zucche disseminate in tutto il parco.

Laboratori, attività e cene sul sito ufficiale del bioparco.

Bioparco Zoom halloween
Bioparco Zoom giochi per bambini
Bioparco Zoom zucca

Zoom Torino – il primo Bioparco immersivo d’Italia

Zoom è il primo bioparco immersivo d’Italia, un parco di nuova concezione che si allontana dalla vecchia idea di zoo tradizionale.

La mission del bioparco è salvaguardare la biodiversità, attraverso ricerca e formazione ex situ, programmi di conservazione delle specie a rischio e soprattutto attraverso l’educazione del visitatore che, vivendo l’esperienza emozionale di immersione in habitat il più possibile fedeli a quelli di origine, impara a conoscerli e rispettarli.

Sviluppato su 160.000 mq il bioparco si compone di 9 habitat terrestri, 2 habitat acquatici, 300 animali, 84 specie, 18 keeper e offre 20 talk giornalieri e 3 voli di rapaci al giorno.

Dall’architettura alla scelta delle piante, tutto il progetto viene studiato da paesaggisti, biologi e veterinari che garantiscono il benessere degli animali, liberi da gabbie o reti.

Bioparco Zoom Torino con bambini giraffe

Bioparco Zoom Torino con bambini baobab

L’obbiettivo del parco è conoscere da vicino un mondo affascinante e imparare a salvaguardarlo, sensibilizzando sulle problematiche in natura.

E’ in luoghi come Zoom che si trova l’ispirazione per le nuove generazioni, attraverso l’esperienza diretta.

ZOOM rappresenta questa esperienza diretta. ZOOM è un luogo magico, fonte di ispirazione e di empatia. Non un semplice zoo, ma ANOTHER KIND OF ZOO! Il divertimento e lo stupore lasciano infatti spazio alla consapevolezza della necessità di un’azione concreta, che permetta di conservare le specie a rischio, come sostenere lo studio e la ricerca.

Abbiamo trovato ZOOM un parco piacevolmente diverso, in cui si coglie fin da subito il messaggio di consapevolezza rivolto più piccoli, alle nuove generazioni, per sensibilizzarli sui grandi temi della natura.

Bioparco Zoom Torino con bambini capretta

Bioparco Zoom gazzella
Bioparco Zoom coppia baobab

Zoom Torino – per i più piccoli

Zoom è un bioparco adatto anche ai bambini molto piccoli. All’interno abbiamo trovato servizi per i più piccini, aree giochi e aree attrezzate dove poter lasciar liberi i nostri bimbi di correre.

Aree di interazione

L’area dedicata ai piccoli animali domestici è un valore aggiunto di questo parco. La nuova area dedicata all’interazione con gli animali docili e di piccole dimensioni è una bellissima occasione di osservare gli animali da vicino e interagire con loro.

Bioparco Zoom TOrino con bambini capretta

Aree giochi

Le aree dedicate ai piccoli visitatori sono due, dove potersi scatenare tra scivoli e altalene.

Ponti sospesi e attrezzature in legno dove poter salire e divertirsi e regalare momenti di libertà durante la giornata.

Bioparco Zoom Torino giochi per bambini

Servizi

Sono disponibili microonde e seggioloni nei ristoranti e punti ristoro e abbiamo trovato fasciatoi nella maggior parte dei bagni. Il bioparco è completamente accessibile con passeggini e carrozzine già dal parcheggio. E’ possibile accedere a tutti gli habitat tranne nell’area Madagascar e nell’Anfiteatro, dove si possono lasciare i passeggini nelle aree apposite.

Tra zucche, balle di fieno, spaventapasseri e scheletri, la giornata è trascorsa piacevolmente, resa ancora più bella nel cogliere l’emozione dei bimbi durante gli incontri con i protagonisti del parco, gli animali.

L’incontro più divertente? I lemuri

Lasciamo i passeggini nell’area dedicata ed entriamo sulle due isole al centro del lago per un divertentissimo incontro con i simpatici lemuri del Madagascar.

I bimbi sono impazziti di gioia  ma anche noi grandi!

Bioparco Zoom Torino con bambini - lemure

Bioparco Zoom Torino con bambini lemure

L’incontro più ingombrante? Gli ippopotami

Sono Lisa e Ze Maria la coppia di ippopotami che si trovano nello speciale habitat Hippo Underwater.

Le grandi vetrate ci fanno sentire parte di un mondo subacqueo unico nel suo genere circondato dai colori brillanti dei tantissimi pesci colorati.

Un’intensa emozione per i nostri piccolini.

Bioparco Zoom Torino - ippopotamo

L’incontro più interattivo? L’area fattoria

La nuova area di interazione per i più piccoli è stata un vero successo con i bimbi!

Caprette tibetane, agnellini e pecore in uno spazio piacevole e ben delimitato in cui passiamo moltissimo tempo ad accarezzare i docili animali domestici.

Bioparco Zoom Torino capretta

Bioparco Zoom Torino con bambini capretta

Orari Zoom Torino

Nel periodo di Halloween gli orari sono dalle 10.00 alle 18.00 con prolungamento di orario nelle giornate del 27 e del 31 ottobre dalle 10.00 alle 22.00.

Gli orari del parco variano a seconda della stagione, per questo vi consigliamo di consultare il calendario.

Biglietti Zoom Torino

Il biglietto d’ingresso comprende talk, incontri con i biologi nei diversi habitat, ingresso nell’habitat Madagascar tra i lemuri, dimostrazione di volo dei rapaci in Anfiteatro.

A Zoom i bambini da 0 a 2 anni entrano gratis, mentre da 3 a 12 anni il biglietto è ridotto (all’ingresso possono richiedervi la carta d’identità).

Per info, sconti e costi del biglietto aggiornati consultare il sito Zoom.

E’ escluso dal biglietto il costo del parcheggio, lo abbiamo saldato alla cassa con l’emissione dei biglietti.

Come arrivare a Zoom Torino

Zoom si trova a Cumiana, in Str. Piscina 36, a pochi km da Torino.
Per chi arriva dalla tangenziale Torino-Pinerolo proseguire fino all’uscita Piscina. Da qui seguire le indicazioni per Cumiana. Dopo circa 4 km arriverete a Zoom.

Per maggiori informazioni su come arrivare clicca qui.

 

Post pubblicato 24/10/2017

Post aggiornato 25/10/2018

 

 

[email protected] Giornata Nazionale Delle Famiglie Al Museo : cosa fare a Torino

Domenica 8 ottobre è la giornata delle famiglie al museo, giunta quest’anno alla quinta edizione.

[email protected], l’iniziativa a livello nazionale, punta sui valori della fratellanza, dell’integrazione, dell’accoglienza e della condivisione, il tema del 2017 è infatti “La Cultura abbatte i muri”.

Sono tantissimi i musei che aderiscono all’iniziativa con tante attività pensate per più piccoli e per tutta la famiglia.

Vediamo cosa fare domenica 8 ottobre a Torino per trascorrere una giornata speciale per tutta la famiglia.

Di seguito alcune delle più importanti iniziative in programma nel capoluogo piemontese:

Museo Egizio

Domenica 8 ottobre 2017 ore 10:10 Durata: 2 ore
Il Museo Egizio partecipa all’iniziativa con LA CULTURA ABBATTE I MURI: DIVINITA’ PER TUTTI
I bambini partecipanti potranno entrare nella valle del Nilo e scoprire le tradizioni e i diversi modi di vivere, durante il laboratorio ognuno costruirà il proprio amuleto!
Informazioni e prenotazioni qui

Museo Nazionale del Cinema

Domenica 8 ottobre dalle 16.00 alle 18.00
Ore 16 – Senti chi parla …adesso!
Visita alla mostra Bestiale! Animal Film Stars + Laboratorio
Sperimentate la tecnica del doppiaggio: prestate la vostra voce ai celebri animali parlanti del cinema!
L’attività è rivolta alle famiglie e bambini +6 anni
Durata: 2 ore
Costo: €6
Prenotazione obbligatoria [email protected] – 011 8138 564-656
Informazioni qui

Borgo Medievale
Domenica 8 ottobre dalle 15.30 alle 16.30

La varietà linguistica è una ricchezza dell’umanità, ma se non la si comprende può creare delle barriere.
L’itinerario è pensato per tutti i piccoli che cominciano ad avere i primi approcci con la lingua inglese.

Museo del Risorgimento italiano

Domenica 8 ottobre dalle 15.00 alle 16.30
ore 15:00: Caccia al personaggio: imparare attraverso una divertente caccia al tesoro al tempo del Risorgimento.
Costi e prenotazioni qui

Villa della Regina

Domenica 8 ottobre dalle 14.30 alle 16.30
Presso la seicentesca residenza sabauda di Villa della Regina, i bambini e le loro famiglie verranno coinvolti in un viaggio indietro nel tempo per scoprire un luogo ricco di storie di principi, principesse, re e regine.
Un’opportunità unica per capire quanto le diversità e gli scambi culturali abbiano avuto in passato e abbiano ancora oggi un ruolo fondamentale tra i rapporti umani.
Costi e prenotazioni qui

Musei Reali di Torino

Domenica 8 ottobre dalle 11.00 alle 17.30
“Barbaro sarai tu!”
Laboratori didattici per tutta la famiglia ai Musei Reali di Torino
Raccontio barbarici dell’altomedioevo saranno raccontati alle famiglie con laboratori tematici.
Tipo di attività: visita con laboratorio per famiglie con bambini dai 6 anni
Orario: dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 17.30
Costi e prenotazioni qui

Tante altre iniziative e musei sul sito ufficiale del [email protected] e [email protected] a Torino

Buon divertimento a tutti!

Foto di copertina www.famigliealmuseo.it