Capodanno con bambini a Londra, fuochi d'artificio

Dove andare a Capodanno con i bambini: 10 idee di viaggio in Europa

Dove andare a capodanno con bambini: Londra, fuochi d'artificio

Cosa fare e dove andare a Capodanno con i bambini? Questa domanda prima o poi se la fanno tutti i genitori e per festeggiare l’ultima notte dell’anno si è sempre alla ricerca di un luogo che concili le esigenze dei più piccoli ma anche di noi grandi. I bambini saranno a casa da scuola, e complici i giorni di ferie tra un ponte e l’altro, la voglia di prenotare e festeggiare fuori casa è tantissima! Parchi di divertimento, fuochi d’artificio, affascinanti castelli, piste di pattinaggio o terme per famiglie. Ecco 10 idee di viaggio suggerite dai family blogger per organizzare il Capodanno con i bambini in Europa.

1. Dove andare a Capodanno con i bambini in Scozia: Edimburgo

di  TRE CUORI E UNA VALIGIA

Dove andare a capodanno con i bambini: Edimburgo

Edimburgo è tra le più belle città d’Europa, anche se spesso non viene presa in considerazione come prima scelta tra le capitali da visitare con i bambini. La capitale scozzese è una bellissima meta da raggiungere con tutta la famiglia ma nel periodo che precede il Natale e fino ai primi di gennaio la città si impreziosisce di luci e attrazioni, che regalano forti emozioni.

Se poi avete in casa dei piccoli fan di Harry Potter non vi resta che prenotare un aereo e festeggiare nei luoghi che hanno ispirato i romanzi del famoso maghetto. La capitale scozzese è il luogo in cui J.K. Rowling ha vissuto parte della sua vita. Victoria Street, all’interno dei romanzi, si è trasformata in Diagon Alley e a vederla dal vivo sembra proprio uscita da un libro. Passeggiando per le strade dell’antica Edimburgo vi renderete conto di quanti luoghi richiamano le atmosfere del mondo di Harry Potter.

Il Capodanno di Edimburgo, definito con la parola scozzese Hogmanay, è il più grande d’Europa e ogni anno attira oltre 100.000 persone da tutto il mondo per tre giorni di festa dal 30 dicembre al 01 gennaio. Tra eventi, spettacoli e attività non si avranno problemi a far divertire i bambini. Artisti di strada, piste di pattinaggio e troverete ancora i mercatini di Natale! Alberi di Natale addobbati, casette di legno, negozi di artigianato locale, cashmere e kilt. E allo scoccare della mezzanotte i concerti terminano e il cielo si illumina con i fantastici fuochi d’artificio che vengono sparati per 20 minuti dal castello della città.

Se avete bimbi piccoli al seguito noterete piacevolmente che la maggior parte delle strade di Edimburgo ha larghi marciapiedi, adatti ad essere percorsi con un passeggino o con bambini per mano. Durante l’inverno raramente la temperatura scende sotto lo zero e i giorni trascorsi nella capitale in pieno dicembre ci hanno regalato splendide giornate di sole!

E allora cosa aspettate a prenotare un aereo e festeggiare Capodanno per le vie di Edimburgo sulle orme di Harry Potter?!

2. Dove andare a Capodanno con i bambini in Spagna: Valencia

di GIORNI RUBATI 

Capodanno con bambini Valencia

Quando mi si chiede di pensare a una meta suggestiva in cui passare le feste in famiglia, il mio pensiero vola sempre a Valencia. La terza città della Spagna è infatti la destinazione ideale per i bambini grazie a tantissime attrazioni davvero per tutti i gusti. Io ho visitato Valencia con la mia famiglia nel mese di dicembre, poco prima di Natale: la città era addobbata a festa, nei mercati, come quello di Colon, si potevano trovare idee e souvenir a tema natalizio, ma contrariamente a tanti altri luoghi gettonati per il periodo, a Valencia il clima era molto gradevole e non c’era bisogno di vestire i bambini come piccoli eschimesi.

Nel nostro soggiorno di 5 giorni abbiamo visitato la Città della Scienza che vale una visita anche solo dall’esterno per le sue architetture capaci di trasportare immediatamente in Star Wars. In particolare, nel complesso firmato dall’architetto locale Santiago Calatrava ci siamo meravigliati davanti agli squali e ai delfini (Oceanografico), abbiamo visto nascere i pulcini (Museo della Scienza Principe Felipe) e abbiamo riso nello scoprire gli stravaganti becchi degli uccelli spatola (oasi verde annessa all’acquario).

Per gli appassionati di natura e animali potremmo aggiungere che la bella città offre anche il famoso Bioparco: non uno zoo, ma uno spazio senza recinti in cui si osservano animali quali i gorilla, i lemuri, i leoni e molto altro ancora. Se tutto questo ancora non bastasse, vi ricordo che proprio qui, nel bel mezzo dei grandi giardini ricavati nel vecchio letto del fiume Turia, potrete trovare un parco giochi a forma di Gulliver! E poi anche nel centro storico i bambini si possono divertire molto, mentre i genitori non perderanno occasione di scattare foto ai bellissimi monumenti medievali che fanno di Valencia una delle città più affascinanti del panorama europeo.

Per capodanno, i Valenciani si riuniscono nella splendida plaza Ayuntamento e attendono con trepidazioni i rintocchi della Torre dell’orologio. Non mancano fuochi d’artificio e ovviamente Sangria, Horcata, Agua de Valencia ( vodka e succo di arancia locali), tapas e imperdibile Paella. Per il brindisi, potrete scegliere fra vari spumanti spagnoli. Come un’ultima ma importante motivazione per prediligere questa città cosmopolita per passare un bel fine anno in famiglia, vi ricordo che si tratta di una meta estremamente economica, raggiungibile in poco tempo con voli low-cost. Insomma: seduzione futuristica, e chi del passato, cibo da urlo e tanto divertimento per i bimbi vi aspettano a Valencia per un capodanno indimenticabile.

3. Dove andare a Capodanno con i bambini in Francia: Disneyland Paris

di BARBARA E TWINS

Capodanno con bambini Disneyland Paris

Un mondo fantastico dove i bambini si immergeranno nel mondo della fantasia e gli adulti torneranno bambini desiderosi di provare tutte le attrazioni. Disneyland a Parigi è un meta europea facilmente raggiungibile non economica ma con alcuni accorgimenti una famiglia  può cercare di risparmiare.  Bisogna iscriversi alla mailing list dal sito ufficiale di disneylandparis perché arrivano molte offerte e si può trovare l’occasione di partire trovando anche una buona tariffa aerea, senz’altro l’aeroporto più agevole è Charles de Gaulle o Orly,  più defilato e costoso invece Beauvais.

L’entrata al parco è vicino alla linea RER quindi agevole anche per chi non soggiorna negli hotel Disney o limitrofi al parco. Io consiglio – se la meta è essenzialmente DLP –  di soggiornare negli hotel disney soprattutto per i bambini che godranno appieno della magia e anche perché c’è il vantaggio del fast pass che permette di accedere almeno un’ora prima (dipende dai periodi di soggiorno) al parco precedendo tutti quelli che hanno un biglietto normale. La mia famiglia ha soggiornato all’hotel CHEYENNE, ristrutturato di recente in perfetto stile western nel caseggiato Billy The Kid appena dietro la reception.

Per i pasti consiglio almeno la mezza pensione perché i ristoranti Disney all’interno del parco sono cari ma si può cercare di risparmiare a pranzo magari prendendo i panini alla stazione RER o facendo una abbondante colazione. Il parco principale è il parco Disney diviso in varie zone :  Discoveryland, Adventureland, Frontierland, e Fantasyland.  La parte più adatta ai bambini piccoli e Fantasyland perché ambientata nel mondo delle favole ma naturalmente tutto il parco è fatto per divertire i bambini, compresi gli Studios da cui si accede uscendo dal parco Disneyland rimanendo comunque all’interno dei cancelli di accesso.  Gli Studios si trovano accanto alla zona Village dove ci sono i ristoranti. Ci sono più attrazioni adrenaliniche ma ce ne sono anche adatte e bellissime per i bambini come RATATOUILLE.

Se volete altre informazioni potete leggere nel link  www.barbaraetwins.com/2018/01/consigli-disneyland-paris-attrazioni-e.html

 

4. Dove andare a Capodanno con i bambini in Slovenia: Terme di Lasko

di CLAIRE IN SICILY

Capodanno con bambini castelli terme di Lasko
Fuori nevica. Fa freddo, molto freddo ma tu sei in costume da bagno e ti godi la nevicata guardando fuori attraverso una grande cupola di vetro mentre i tuoi bimbi giocano, in tutta sicurezza, tra scivoli e piscine riscaldate. No, non è un sogno. Sono semplicemente le Terme di Lasko in Slovenia. Abbiamo trascorso una bellissima giornata al Thermana Lasko qualche mese fa. Non era inverno, le temperature esterne erano già abbastanza gradevoli, ma me le sono immaginate in inverno e, sono arrivata alla conclusione che prima o poi trascorrerò un Capodanno con i miei bambini lì. Il Thermana Lasko si trova nell’omonima cittadina di Lasko, a poco più di un’ora da Lubiana e un’ora e mezza dalle grotte di Postumia e il Castello di Predjama in Slovenia. La struttura è davvero bella. Design moderno e luminoso con uno stupendo wellness center, dove noi abbiamo trascorso un’intera giornata.

L’attenzione per le famiglie è spiccata: nella parte alberghiera c’è un bellissimo playground con un castello tutto da scalare e poi ci sono le meravigliose piscine riscaldate all’interno del centro benessere. Il centro si trova sotto questa gigantesca cupola di vetro davvero particolare. Per i più piccini c’è un’area baby con acqua bassissima e giochi acquatici. Vasche idromassaggio, fiume veloce e persino l’immancabile tobogan per i bambini (e non solo)! Ti segnalo la presenza di un bar/ristorante dove troverai una vasta scelta di menù.

A proposito di cibo e bevande: Lasko è conosciuta per il suo birrificio. Non sarà forse family friendly ma una visita al birrificio, che si trova a pochi minuti dall’hotel, è davvero consigliata. Per il Capodanno quest’anno la struttura propone diversi pacchetti che prevedono il soggiorno, ingresso al wellness center, programmi con intrattenimento ed eventi organizzati dall’animazione. Insomma, una bellissima idea per trascorrere un Capodanno in famiglia. Così mentre i tuoi bimbi giocano in piscina, troverai (forse) il tempo di rilassarti per iniziare il nuovo anno all’insegna del relax.

claireinsicily.com/terme-con-bambini-in-slovenia-terme-di-lasko/

5. Dove andare a Capodanno con i bambini in Inghilterra: Londra

di MUM WHAT ELSE 

Capodanno con bambini Londra
Quindi hai preso il biglietto per Londra per Capodanno? Non posso che complimentarmi per l’ottima scelta! Londra tra Natale e Capodanno ha un fascino unico, le decorazioni natalizie che rivestono la città ti faranno vivere in un’atmosfera magica! Vorresti sapere come gli inglesi festeggiano il periodo natalizio a Londra? Vivendo qui da un po’ ho pensato di raccogliere le cose migliori da fare in questo periodo a Londra.

DECORAZIONI NATALIZIE – Tappa obbligata tra Regent Street, Oxford Street, Carnaby Street, Seven Dials, Covent Garden, ma anche lungo il Tamigi perché tutti i ponti centrali saranno addobbati e posso assicurare che l’atmosfera è unica. Consiglio di chiudere la giornata con una bella cena in un tipico pub inglese.

PISTE DI PATTINAGGIO – Negli ultimi anni Londra ha aperto alcune piste di ghiaccio inserite in cornici da favola. Le migliori sono la Somerset House, il Natural History Museum, Hampton Court e la Tower of London. Potrete trovarle anche a Canary Wharf, allo Skylight London, al Winter Wonderland a Hyde Park e a Southbank.

L’ALBERO DI TRAFALGAR SQUARE – Non il classico albero di Natale addobbato, è uno tra i più alti della città ma le decorazioni in genere sono abbastanza semplici. In realtà consiglio di vederlo perché Trafalgar square è una piazza icona che va vista, specialmente illuminata, e poi perché è importante per il suo significato storico. Dal 1947, l’albero viene donato ogni anno dal popolo norvegese alla Gran Bretagna come riconoscimento del sostegno dato alla Norvegia durante la seconda guerra mondiale.

VEDERE UNO SPETTACOLO – Recatevi allo stand dei biglietti TKTS in Leicester square per acquistare dei biglietti last minute. Se invece hai in mente uno spettacolo specifico, consiglio di prenotare online e per tempo. Consiglio un musical o, per entrare nel perfetto clima natalizio, lo Schiaccianoci alla Royal Opera House. Se invece cercate qualcosa di tipico, allora vi consiglio di vedere una pantomima, una grande tradizione natalizia nel Regno Unito. Potete trovare una lista completa nella guida Big Panto. Infine, vi consiglio di non perdervi i fuochi d’artificio lungo il Tamigi, di assistere a un Christmas Carol, di vedere i mercatini natalizi di SouthBank, di andare al Winter Wonderland a Hyde Park e se volete fare un po’ di shopping, approfittate dei saldi del Boxing Day!

6. Dove andare a Capodanno con i bambini in Francia: Alsazia

di ZUCCHERO E FARINA IN VIAGGIO

Capodanno con bambini in Alsazia
Lo scorso dicembre proprio in occasione delle vacanze natalizie ci siamo recati alcuni giorni in Alsazia, una regione che si trova al centro della Francia confinante con la Germania e molto vicino alla Svizzera. Noi abbiamo scelto di raggiungerla in auto poiché non è eccessivamente distante da Milano, circa 500 km ma per chi arriva da più lontano è possibile atterrare a Basilea e da lì spostarsi con i mezzi pubblici o affittare un’auto. Io consiglio quest’ultima opzione in quanto tutta la zona è molto bella da visitare e pur essendoci diversi collegamenti è molto più pratico avere l’auto soprattutto perché in inverno le temperature sono intorno allo zero ( gradi centigradi ) Passato Natale non in tutti i paesi si trovano ancora i mercatini natalizi ma l’atmosfera festosa rimane.

Edifici privati, negozi, palazzi  e strade sono adornati delle decorazioni più varie ed a volte anche bizzarre, luminarie , alberi di Natale  e orsi di peluche appesi fuori dalle finestre… Un luogo che per i bambini sembra proprio una favola. Sono diverse anche le pasticcerie con biscotti e dolcetti. Molto fascino rivestono anche le case a graticcio tipiche della zona. Noi siamo stati fortunati e abbiamo trovato anche un po’ di neve che  ci ha accolto all’uscita di un negozio di Riquewihr. La zona  offre tanto da vedere, oltre ai piccoli paesi noi abbiamo visitato anche Strasburgo , il castello di  Haut Kœnigsbourg , la casa museo del pan di spezie e L’Ecomuseo di Alsazia.

A Moulhuse ci sono poi svariati musei da poter visitare. Sono tutti luoghi molto belli anche da visitare in primavera ma a mio avviso visto che il periodo natalizio è così sentito sono perfetti per trascorrere qualche giorno durante le vacanze scolastiche natalizie ed  anche per capodanno. Vista la notevole affluenza turistica consiglio di prenotare per tempo anche il ristorante per il 31 dicembre! Gli uffici del turismo offrono diverse brochure scaricabili direttamente in formato pdf.

7. Dove andare a Capodanno con i bambini in Spagna: Madrid

di NOI CON LE VALIGIE 

Capodanno con bambini Madrid
Madrid è una città vivace e divertente, oltre ad essere una meta ricca di attività adatte a tutta la famiglia. È perfetta tutto l’anno e l’allegria madrileña saprà scaldarvi anche nel periodo di Capodanno. Tra le attrazioni da non perdere c’è sicuramente il Palazzo Reale, la residenza ufficiale della famiglia regnante spagnola; per un break goloso non può mancare invece il Mercado de San Miguel, un mercato coperto di inizio ‘900 dall’atmosfera elegante ricco di prodotti alimentari locali, con un’ampia scelta di tapas e cocktail. Immancabile è poi una passeggiata nella grande piazza di Puerta del Sol, la più famosa di Madrid e della Spagna, perché è il Km 0 della rete stradale spagnola. In questa piazza c’è il simbolo della città: un orso con un albero di corbezzolo.

Per un po’ di shopping, non perdete una passeggiata sull’elegante Gran Via, mentre per una parentesi culturale non si può dimenticare una visita al Museo del Prado, una delle pinacoteche più importanti del mondo.

Se arrivate qualche giorno prima del 31 dicembre, non perdetevi il giorno dei Santi Innocenti, che cade il 28 dicembre. Si tratta di una giornata in cui ogni scherzo è lecito, un po’ come il nostro “pesce d’aprile“. Per tutta la Spagna è una festa molto importante e nel mese di dicembre si trovano articoli divertenti e scherzi di ogni genere nei mercatini di Natale, soprattutto quello di Plaza Major. Infine, non si può parlare di una visita di Madrid e della Spagna in generale senza pensare ai suoi cibi: il viaggio sarà allietato da diversi piatti golosi, come tapas di ogni genere, il saporito jamon e gli immancabili churros con la cioccolata calda. Un piacere per gli occhi e una delizia per il palato!

Quindi cosa aspettate? Organizzate subito il vostro Capodanno speciale a Madrid, non ve ne pentirete!

8. Dove andare a Capodanno con i bambini: Passeggiando tra i castelli della Loira

di CON LA VALIGIA ARANCIONE

Capodanno con bambini castelli della Loira Chambord
“C’era una volta una principessa che viveva in un meraviglioso castello”: quante fiabe iniziano con queste parole? Le mie preferite avevano questo incipit e come in un incantesimo mi immergevo in queste atmosfere incantate. Per un’amante di queste ambientazioni fiabesche come me, visitare i castelli della Loira è stato come realizzare un sogno! 
 Simboli del Rinascimento francese, i castelli della Loira inseriti nel circuito “Grands Sites du Val de Loire” sono circa ventidue , dislocati lungo le rive della Loira e dei suoi affluenti, a circa 250km da Parigi. E’ possibile passeggiare di castello in castello grazie alla loro vicinanza per cui vi propongo un itinerario di  un giorno tra due castelli della Loira, Chambord e Chenonceau. Chambord è la punta di diamante dei castelli della Loira. E’ un capolavoro architettonico unico che rispecchia il potere e lo spirito visionario del suo ideatore, il giovane re Francesco I. Dal basso Chambord è imponente, maestoso, riflette l’immagine del suo glorioso passato che doveva stupire i suoi amici ed i suoi nemici.

Lo stile del castello risente delle influenze di Leonardo da Vinci, evidenti nella scala a doppia elica, composta da due rampe che salgono attorno ad un nucleo centrale e che portano fino all’ultimo piano del castello. Da qui si accede alla terrazza da dove poter godere di una superba vista sul parco e sui giardini e, se si guarda ancora verso l’alto, si possono ammirare i comignoli e le torrette che conferiscono a Chambord la sua silhouette unica.

 A circa 60km da Chambord si trova il castello di Chenonceau, il mio preferito. Chenonceau è un elegante e raffinato château sospeso sul fiume Cher, chiamato anche il “castello delle dame” per il tocco femminile che ha caratterizzato le scelte architettoniche. A Diana di Poitiers si deve la costruzione del ponte che ha reso unica la silhouette del castello, a Caterina de’ Medici si deve invece la galleria a due piani sul ponte, sede di sontuose feste. All’interno di Chenonceau sono presenti fiori freschi in ogni stanza e in ogni corridoio, persino nelle cucine, come se il castello fosse ancora una dimora abitata e i visitatori fossero ospiti attesi, da accogliere con colori, profumi e con il calore dei caminetti sempre accesi.

Durante il periodo natalizio e fino al 6 gennaio i castelli si illumineranno di mille luci che faranno brillare gli occhi dei visitatori: alberi di Natale, luci sulla facciata e i giardini addobbati renderanno più magica ed indimenticabile la vostra visita.

9. Dove andare a Capodanno con i bambini in Austria: Vienna

di PANANNA BLOG DI VIAGGI

Capodanno con bambini Vienna Schonbrunn
Vienna in inverno è stupenda! Questa città, il cui centro storico è Patrimonio Unesco, presenta un sacco di attrazioni a misura di bambino e distanze gestibili a piedi, nella maggior parte dei casi. Per questo ve la consiglio per il prossimo Capodanno, fermandovi almeno due-tre giorni per esplorarla al meglio.

Cosa vedere a Vienna con i bambini: le attrazioni pensate a misura di famiglia sono tante, dallo ZOOM, un museo che unisce arte, sperimentazione e gioco, al Museo di storia naturale, passando per il castello di Schönbrunn, con i laboratori per veri principi e principesse, e lo zoo più antico del mondo.
A noi è piaciuta molto anche la coloratissima Hundertwasserhaus e il vicino museo dedicato all’architetto Hundertwasser (il KunstHausWien), apprezzato dai ragazzi per le opere colorate e le esposizioni interattive.

Cosa fare per Capodanno a Vienna con i bambini: il classico capodanno a Vienna si chiama Silvesterpfad si festeggia in piazza, la via che va dal Municipio al Prater si anima sin dal primo pomeriggio di tante bancarelle fino alla conclusione a mezzanotte con un grande spettacolo pirotecnico.
Per sopravvivere al freddo vi consiglio di prenotare per cena al Rollercoaster, un ristorante a tema montagne russe, che terrà impegnati i vostri figli finché non sarà ora di godersi i fuochi d’artificio sul Prater. Un’altra opzione è godersi la serata più gettonata dell’anno in battello: una crociera sul Danubio vi permetterà di apprezzare la città da una postazione comoda e calda, ma a un prezzo non esattamente economico (circa 135 euro/persona, bimbi gratuiti fino a 6 anni).

Dove alloggiare a Vienna: noi abbiamo scelto un appartamento nella zona del Belvedere, la scelta migliore quando si viaggia in famiglia, per questioni di flessibilità. Un’altra buona opzione sono gli hotel con camere familiari, ma affrettatevi a prenotare che i prezzi salgono!

10. Dove andare a Capodanno con i bambini in Olanda: Amsterdam in famiglia

di FOLLETTI IN VIAGGIO 

Capodanno con bambini Amsterdam

Un’idea originale per il capodanno in famiglia? Beh forse non avete pensato ad Amsterdam! Come dite? Il freddo? Si …beh…un po’ di freddo c’è ma sappiate che il mare del Nord in realtà mitiga moltissimo la temperatura che non scende mai sotto lo zero! Amsterdam offre moltissime attività per la famiglia! I musei sono organizzatissimi per i bambini, il Van Gogh Museum offre una caccia al tesoro per ricevere in cambio dei gadget, mentre il Rijksmuseum ha una bellissima pista di pattinaggio sul ghiaccio nella piazza davanti, dove i bimbi possono scorrazzare mentre i genitori si gustano una cioccolata calda!

Poi ci sono i giri sui battelli nei canali, i mulini a vento ed il ventoso mare a pochi passi! Il museo Nemo attraverso esperimenti scientifici ed esperienze ci porta a scoprire scienza e tecnica in modo divertente ed, al contrario, la Casa di Anna Frank ci fa riflettere sul passato. Tantissimi parchi verdissimi in cui scorrazzare e poi dei posti favolosi dove assaggiare i tipici pancakes olandesi! A tal proposito vi consigliamo la Pancake Bakery che non potete proprio perdere!

La capitale si sviluppa tutta attorno alla via principale, la Damrak che porta poi in piazza Dam. Le case sono strette e alte e ricche di oggetti strani da ricercare…ad esempio sapete a cosa servono i ganci che ci sono vicino ai tetti? Eh eh…lo lasciamo trovare a voi! La nostra permanenza nella capitale olandese ci ha fatto scoprire moltissime cose tra cui il Festival delle Luci che si tiene ogni anno a dicembre sui canali della città olandese. Una serie di installazioni luminose create da artisti noti che illuminano i percorsi dei battelli. Un evento davvero spettacolare che fatto la notte dell’ultimo dell’anno risulta magico! L’animazione delle piazze propone musica, balli e concerti come nelle grandi città europee, ma la cosa che ci rimarrà nel cuore sempre sono i fuochi che esplosi in cielo e riflessi sugli specchi d’acqua sono davvero imperdibili!

 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Allora condividilo!

12 commenti
  1. Elena del Becaro
    Elena del Becaro dice:

    Molto belli tutti i suggerimenti! Vienna l’ho vista mooolto prima dei bambini, prima o poi ci torneremo insieme! Grazie dell’opportunità di apparire sul tuo blog 😉

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un Commento