Il nostro viaggio a Cuba con bambini parte da qui: L’Avana.

Cuba - L'Avana Capitolio
L’Avana Capitolio

E’ da L’Avana che è partita la nostra avventura alla scoperta di Cuba con il nostro bimbo di due anni. Un viaggio on the road e fai da te che è risultato molto più semplice da vivere che da organizzare. La scoperta dell’Avana con bambini passa attraverso cultura, mare, persone, autenticità e nostalgia.

Dedichiamo due giorni pieni del nostro viaggio a Cuba per immergerci nell’atmosfera di questa città unica a spasso tra case coloniali, lungomare e cattedrali.

Le strade dell’Avana sono uno spettacolo perenne: teatro, caricature, dramma, commedia, in esse c’è materia viva, umanità, contrasto Alejo Carpentier

Dove dormire a l’Avana con bambini

Dove dormire a L’Avana con bambini? La nostra risposta è sicuramente nelle casas particulares.

“Casa particular” significa casa privata. Noi abbiamo dormito sempre in case private durante tutto il viaggio, un’esperienza umana impagabile. Abbiamo risparmiato e avuto un punto di riferimento per qualunque cosa. Sono stati davvero tutti gentilissimi con noi e il nostro bimbo, riempiendolo di attenzioni. Non potevamo chiedere di meglio!

La media spesa è stata dai 18 ai 25 euro a notte in 3, colazione sempre a parte (5 CUC a persona).

Il consiglio per il quartiere da scegliere per dormire all’Avana ricade molto spesso su Havana Vieja per perdersi tra le sue bellissime piazze e i suoi vicoli colorati.

Noi però abbiamo prenotato una casa e soggiornato nel quartiere “Centro Habana”.

Cuba - L'Avana, vista dal balcone di una casa particular
Dal balcone della casa la prima luce dell’Avana

A Casa Wagner in Calle Gervasio, accaldati e stanchi per il volo, abbiamo trovato ad attenderci i sorrisi della dolce proprietaria Ildonaida. La casa è molto bella e luminosa e un terrazzo che affaccia sulle vie del centro di L’Avana, regalando anche uno scorcio del mare e del Malecón.

Ogni mattina la colazione ci veniva servita all’orario che preferivamo, in un soggiorno che cui regalava le prime ore della luce cubana.

Colazione casa particular
Le colazioni al mattino

Il quartiere Centro Habana è il quartiere dominato dal Capitolio, che abbiamo raggiunto comodamente a piedi dalla casa percorrendo il lungomare del Malecón.

Ildonaida è stata molto premurosa, avendo anche lei una splendida bimba della stessa età del nostro tatino. Al mattino trovavamo già il seggiolone accanto al tavolo, piccole ma apprezzatissime attenzioni che ci hanno fatto sentire come a casa.

Abbiamo prenotato e scambiato e-mail direttamente con la proprietaria, ma la casa si trova anche (ad un prezzo differente) su Airbnb.

Indirizzo: Casa Wagner – Calle Gervasio No. 210 altos – Centro Habana

Contatti e-mail:  ildonaida@yahoo.es

L’Avana con bambini – giorno 1

Partiamo alla scoperta della capitale percorrendo il Malecón, il nostalgico e trafficato lungomare su cui si affacciano palazzi decadenti, vestiti ancora di un antico lusso, che cercano di resistere allo scorrere del tempo.

Cuba - L'Avana, Malecon
L’Avana, Malecón
Cuba - L'Avana, case stile Coloniale vicino a Paseo del Mar
L’Avana, case stile Coloniale vicino a Paseo del Mar

Il marciapiede è abbastanza ampio da poterlo percorrere con il passeggino, ci fermiamo a fotografare alcuni pescatori seduti sugli scogli e ci dirigiamo verso il Castillo de San Salvador de la Punta. Poi dritti verso il Paseo del Mar, una piccola Rambla piena di gente, artisti e personaggi unici.

Cuba - L'Avana, Paseo del Mar
L’Avana, Paseo del Mar

Raggiungiamo la zona più elegante di L’Avana, il Capitolio Nacional di Cuba, superando il famoso Hotel Inglaterra.

Cuba - L'Avana Capitolio
L’Avana Capitolio

Il Capitolio si ispira al Campidoglio di Washington. La zona è molto bella e pulita. Proprio di fronte si possono trovare gelati e take away per ricuperare l’energia spesa, anche a causa del caldo, per correre nel giardino antistante e andare su e giù per la scalinata (che passione per il  nostro piccolino!).

Cuba - L'Avana Capitolio scalinata
Sul Capitolio

Il caldo si fa sentire e puntiamo dritti alla Bodeguita del Medio, il locale preferito da Hemingway per il mojIto. Ci facciamo largo tra la folla per la foto di rito e per le ordinazioni. 5 cuc per il mojito, forse più buono della vacanza! Nonostante sia molto turistico la musica dal vivo ci coinvolge e ci caliamo perfettamente nell’atmosfera cubana.

Cuba - L'Avana Bodeguita del Medio
L’Avana Bodeguita del Medio

Percorriamo i famosi Calle S.Ignazio e Calle Obispo dove ci fermiamo a pranzare in un delizioso ed economico localino con musica dal vivo. La musica sarà una costante di tutta la vacanza ed un sano intrattenimento per il nostro piccolo viaggiatore che sembra apprezzare molto applaudendo ogni volta che finisce un pezzo.

Arriviamo nella scenografica Piazza della Cattedrale, ampia e adatta alle sfrenate corse dei piccoli.

Cuba - L'Avana Plaza de la Catedral
L’Avana Plaza de la Catedral

Proseguiamo per il Museo del Ron, la Chiesa di San Francesco dove ci rilassiamo un po’ all’ombra. Il piccolo finalmente crolla nel passeggino.

Cuba - L'Avana Plaza de san Francisco
L’Avana Plaza de san Francisco

Parco giochi a L’Avana

E’ ora di concedere un un pò di svago al piccolo così raggiungiamo il Parque La Maestranza, un parco giochi per bambini non lontano dal Castello.

Cuba L'Avana, parco giochi bimbi
Sosta al parco giochi

Un’ora e mezza di gioco in un spazio non lontano dal centro è quello che ci andava! La struttura è abbastanza vecchia ma i giochi non mancano e i bimbi che si divertono sono davvero tanti. Facciamo tante piccole amicizie cubane, i bimbi sanno sempre come comunicare.

Per oggi abbiamo camminato abbastanza e prendiamo il primo coco taxi che ci riporta a casa. Ci ricorda tantissimo i tuk tuk di Bangkok!

Cuba L'Avana, cocotaxi
Cocotaxi

Ceniamo sulla terrazza di in un locale vicino alla casa particular.

L’Avana con bambini – giorno 2

Oggi ripassiamo sul Malecón e puntiamo sulla famosa Plaza della Revolution, che raggiungiamo fermando uno dei tanti “carri americani”, ne scegliamo uno rosa e decappottabile

Cuba - L'Avana, Plaza della Revolution
L’Avana, Plaza della Revolution

E’ un’emozione trovarsi lì, ma l’attenzione del piccolo è tutta per i colorati e numerosi taxi che circondano la piazza aspettando i turisti. Lasciamo qualche mancia ai taxisti per le foto e le macchine sono tutte per lui!

Cuba - L'Avana, auto d'epoca
Ora non scendo più!

Oggi è domenica e ci dirigiamo, con un instabile coco taxi, verso il quartiere di Cayo Hueso,  Callejon de Hamel.

Cuba L'Avana, Callejon de Hamel
Callejon de Hamel

Questo piccolo e grazioso tempio della cultura afro cubana ogni domenica alle 12.00 regala uno spettacolo di rumba afro cubana e non lo vogliamo perdere.

E’ un luogo molto affollato, se lo portate chiudete il passeggino!

Torniamo a piedi nella zona del Capitolio per mangiare al Chancullero, piccolo ma davvero consigliato! La piazzetta antistante è coperta da wi-fi e accanto c’è un piccolo supermercato dove compriamo da bere.

Cuba L'Avana, Capitolio
L’Avana, Capitolio

Dalla piazza prendiamo l’Habana Bus Tour, abbastanza deludente dal punto di vista turistico ma molto utile a far riposare il nostro piccolo che si addormenta appena partiti.

Al ritorno foto davanti al Floridita, altro locale preferito da Hemingway, ma non entriamo, è un locale troppo caotico e affollato, non adatto ai bimbi.

A Cuba si cena presto, la fame e la sete si fanno sentire e puntiamo al ristorante Van Van, anche questo molto carino e con musica dal vivo.

E’ sempre un ottimo intrattenimento per Matteo, mentre noi ci gustiamo due Bucanero.

L’Avana con bambini  – le nostre impressioni

Cuba - L'Avana Capitolio scalinata

L’Avana è stata esattamente come ce l’aspettavamo, anzi più bella, sicuramente imperdibile in un itinerario a Cuba.

Abbiamo girato la prima giornata tranquillamente con il passeggino, abbiamo portato il più piccolo che avevamo, chiudendolo al volo per salire sulle auto e sui coco taxi.

Nei ristoranti più conosciuti spesso disponevano di seggioloni, dove non lo abbiamo trovato il nostro tatino ha mangiato tranquillamente in braccio.

La scelta sui menu varia dalla carne al pesce, dalla verdura alla frutta, il riso in bianco sempre presente nelle portate, il nostro piccolo esploratore mangia di tutto, non abbiamo avuto nessuna difficoltà.

Abbiamo adorato i locali all’aperto, i sorrisi delle persone, la musica dei Buena Vista Social Club riecheggiare per le strade, i mojito della Bodeguita del Medio come fossimo lì in compagnia di Hemingway. Sfrecciare poi sulle auto d’epoca è stato come fare un tuffo nel passato.

La Plaza de la Revolución dove si sente ancora l’eco di Fidel, la struggente emozione del trafficato Malecon su cui si affacciano i decadenti palazzi come fossero nobili dai vecchi fasti, l’eleganza del quartiere del Capitolio con i suoi giardini e i suoi grandi alberghi, sono tappe assolutamente da vedere e lo si può fare serenamente con i bambini.

Due giorni ci sono bastati per innamorarci di questa incredibile città!

Leggi anche Cuba con bambini: i nostri 12 giorni per l’isola organizzati in autonomia
Leggi anche Cuba con bambini: informazioni e consigli pratici per organizzare un viaggio fai da te

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: