Una splendida esperienza in Alsazia con due bimbi di due anni, alla scoperta di atmosfere e posti da fiaba!

Alsazia - case tipiche
Alsazia

Il nostro viaggio in AlsaziaFriburgo è stato un breve soggiorno per festeggiare il Capodanno con una coppia di cari amici e i nostri bimbi.

Cercavamo una meta da raggiungere comodamente in macchina per un giro di pochi giorni e festeggiare così il nuovo anno e.. volete sapere com’è andata? Benissimo, è stata un’ottima scelta!

Un viaggio in Alsazia con bambini è molto facile da organizzare e regala paesaggi e atmosfere fiabesche che fanno sognare.

Mentre scriviamo questa pagina riguardiamo le foto e la voglia di tornare è davvero tanta!

Friburgo centro
Friburgo centro

L’alsazia è una piccola regione situata nel nord est della Francia, al confine con la Svizzera e la Germania, ed è  una delle più belle di tutto il territorio francese.

Offre moltissimi spunti di viaggio accontentando le esigenze delle coppie e delle famiglie con bambini piccoli o più grandi.

Una zona ricca di storia, di vigneti, di cantine, di castelli, che durante il periodo natalizio si veste di magia per incantare grandi e piccini.

Viaggio in Alsazia con bambini con tappa a Friburgo – come arrivare

Friburgo negozio strade

Arrivare in Alsazia dall’Italia è facile: in autostrada, in treno o in aereo.

In Alsazia sono presenti 2 grandi aeroporti internazionali: EuroAaeroporto di Basilea-Mulhouse-Friburgo in Alto Reno e Aeroporto di Strasburgo nel Basso Reno.

Tenete sempre conto che dovrete noleggiare una macchina (più il costo del seggiolino se i vostri bimbi sono piccoli) per potervi spostare e raggiungere i paesini alsaziani.

Partendo dal Piemonte, ed essendo in periodo di festività, abbiamo scelto di viaggiare comodamente in macchina. Sei ore e mezza circa per arrivare a destinazione con la libertà di fermarci a nostro piacimento per le soste.

I bimbi di due anni sono difficili da gestire per tante ore fermi nel seggiolino così siamo partiti la mattina presto approfittando della tranquillità della nanna mattutina.

Tappa in autogrill e nel piazzale dove i piccoli possono sgranchirsi giocando con la neve.

Alberi con neve

Nessuna coda alla dogana, abbiamo acquistato prima dell’entrata in Svizzera il bollino autostradale (la “vignetta”) al costo di 40 fr (35 euro) in quanto l’utilizzo delle strade nazionali (autostrade e superstrade) svizzere è soggetto al pagamento di un contrassegno.

La vignetta autostradale svizzera 2018 valida dal 1° dicembre 2017 fino 31 gennaio 2019 (non esistono vignette giornaliere, settimanali o mensili) ci da’ una buona scusa per tornare!

Vignetta autostrade Svizzera
Vignetta autostrade Svizzera

Ricordate che la vignetta va incollata all’interno del parabrezza e deve essere ben visibile dall’esterno, pena 200 fr di multa.

Tranne la vignetta possibilmente non comprate altro in Svizzera, la pipi in autogrill vi costerà 1 euro.

Viaggio in Alsazia con bambini con tappa a Friburgo – dove dormire

Essendo Capodanno un periodo carissimo (e organizzando il viaggio all’ultimo) non abbiamo avuto la possibilità di prenotare in Francia ad un prezzo low cost, non aiutati dagli hotels che conteggiavano i bimbi di due anni come adulti e ci proponevano solo la camera tripla a dei prezzi decisamente più alti.

Scegliamo così di soggiornare in Germania, vicino al confine, trovando una bella offerta su booking  per il delizioso Gastholf Zum Engel, a Ballrechten-Dottingen, a meno di un’ora da Colmar.

hotel Gasthof Engel
Hotel Gasthof Engel

3 notti con colazione compresa (delizioso pane ai cereali e marmellate fatte in casa), camere calde e confortevoli e un’accoglienza baby friendly, piena di attenzioni per i nostri piccolini.

Con pochi giorni a disposizione, abbiamo scelto un solo albergo come base che ci permettesse di girare in libertà e non spendere una fortuna.

Torniamo sempre volentieri in Germania perché riusciamo spesso a trovare splendide mete con prezzi economici, risparmiando sul budget finale.

Viaggio in Alsazia con bambini con tappa a Friburgo – giorno 1

Arriviamo circa alle due del pomeriggio in albergo, ci riposiamo un pochino e ripartiamo per Friburgo che dista una mezz’oretta.

Friburgo è la capitale della Foresta Nera, una vivace città universitaria ma deliziosamente a misura d’uomo e di passeggino.

Martinstor Gate Friburgo
Martinstor Gate

Parcheggiamo gratuitamente prima di entrare in centro e girovaghiamo per la piacevole Friburgo.
Le vie del centro sono pedonali ed è piacere passeggiare con i bambini.

Friburgo negozio strade
Un delizioso scorcio della città di Friburgo

Friburgo teatro

Essendo una piccola cittadina, Friburgo è visitabile anche in una mezza giornata.

La Munsterplatz è la piazza principale della città, ampia e dominata al centro dalla imponente cattedrale. E’ uno dei capolavori dell’architettura gotica tedesca e uno dei monumenti più importanti di questa città,  sede dei mercatini natalizi  e degli eventi più importanti.

Luci di Natale a Friburgo
Luci di Natale a Friburgo

Questa vivace città universitaria con la sua eleganza architettonica, le sue vie ciottolate e i suoi piccoli corsi d’acqua (Bachle) che scorrono lungo le strade, racchiude in se un’atmosfera da cittadina francese.

Troviamo il centro ancora addobbato con luci natalizie e il profumo delle salsicce che esce dai ristoranti locali è troppo invitante! Nonostante siano le 17 entriamo in una fantastica birreria artigianale per ritemprarci dal viaggio con birre medie e spatzle.

Hausbrauerei Feierling è una birreria molto caratteristica, situata nel cuore del centro storico di Friburgo vicino ad uno dei canali più grossi della citta’. Facciamo un po’ di coda per entrare, preferendo tra i tre piani un tavolo al piano sotto (con i bimbi decisamente più tranquillo).

Friburgo interno di una birreria

L’attesa vale decisamente la loro birra artigianale, mangiamo molto bene in un ambiente caldo e accogliente (seggioloni a disposizione).

Ristoranti e hotels a Friburgo
Ristoranti e hotels

Lasciamo a malincuore la caratteristica Friburgo dirigendoci in Hotel.

Diciamo subito che una mezza giornata è poco, anzi pochissimo, e serve solo a farci un’idea…e a farci venire voglia di tornare, magari in primavera/estate per esplorare la Foresta Nera (Schwarzwald) definita una delle zone più suggestive della Germania.

Questo viaggio in Alsazia con bambini è appena iniziato … domani destinazione Colmar!

Viaggio in Alsazia con bambini giorno 2 – Colmar
39 commenti in “Viaggio in Alsazia con bambini con tappa a Friburgo – giorno 1”
  1. Friburgo é sempre stata un mio pallino per l´architettura ecosostenibile e guardare le tue foto ha sorpresa! mi aspettavo un pó piú di modernita! comunque prima o poi ci devo andare!

    1. Friburgo ha un centro storico che sembra uscito proprio dalla penna dei fratelli Grimm, ha un’atmosfera da fiaba che si percepisce subito passeggiando tra i suoi vicoli e i suoi “canaletti” .
      Ma è anche giovane, dinamica, intrisa di architettura ecosostenibile e avenieristica. Non a caso è diventata la “Green City”, il modello di una città sostenibile.
      Friburgo è arte, musei, teatri, innovativi quartieri residenziali … insomma un mix che mette in accordo tutti!
      Se ami la mondernità troverai interessante questo sito sulla Green City… vedrai non rimarrai delusa ?
      https://visit.freiburg.de/it/friburgo-un-emozione-tutta-da-provare/green-city

  2. concordo che per Friburgo e tutta la foresta nera serve più tempo, io adoro questa destinazione che conosco bene, perchè appena ho bisogno di staccare un po’, prendo la macchina e ci vado!!! Bellissimo itinerario!!

  3. L’Alsazia é entrata ufficialmente nella mia to do list! Ci sono stata anni fa in gita di classe:Strasburgo, friburgo , Innsbruck, foresta nera, Europa Park…ma ci credi se ti dico che ricordo poco e niente? Vorrei tornarci con la truppa… Grazie per i preziosi consigli, me li segno tutti!!!

  4. Ho adorato a mia volta l’Alsazia, visitata però ad agosto. Vorrei tornare sotto Natale, perchè la ritengo uno dei posti più magici della nostra Europa in quel periodo. Ottima idea quella di far base in Germania, sicuramente più economica in quel periodo.

  5. Mi hai fatto venire una grande nostalgia di Friburgo: ci ho vissuto per 10 mesi grazie all’Erasmus e non mancava qualche scappatina a Colmar & Strasburgo!
    E’ vero: mezza giornata è poca per visitare questa bellissima città. Ti consiglio di ritronarci presto, magari in estate: il verde la fa da padrone!

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: