On the road per 1500 km negli USA: Un sogno che parte da Miami e dalle Isole Keys

Vi raccontiamo la nostra prima tappa in Florida come l’abbiamo vissuta noi: a misura di bambini.

giocando in spiaggia a Miami
giocando in spiaggia a Miami

Il Sunshine State: in nessun altro posto al mondo gli standard di vita occidentali si uniscono in maniera meravigliosa al clima e al calore tipico degli Stati caraibici come avviene qui.

Ci sono ottimi motivi per scegliere la Florida come meta ideale per le famiglie con bambini di ogni età.

Un viaggio dall’eccitante Miami Beach alla spettacolare Overseas Highway delle Keys, da Sarasota eletta prima spiaggia negli Stati Uniti alle missioni di Cape Canaveral, dalle meravigliose spiagge del Golfo del Messico all’incontro con gli alligatori nelle Everglades, non vi mancherà nulla.

Terza volta negli States ma la prima con il nostro bimbo di un anno e mezzo.

Mai avremmo sperato di riuscire a partire per una meta così lontana con il nostro piccolino, tante le ansie soprattutto per il lungo volo ma troviamo un’offerta molto allettante e la voglia di partire ha il sopravvento.

Alterniamo i motel agli airbnb, questi ultimi si sono rivelati la scelta per noi ottimale.
Partiamo da Fort Lauderdale per un giro di 1500 km ad anello che ci riporta dopo 15 gg a riprendere un volo da Miami.

MIAMI

Miami beach
Miami beach

Un vero “must” della Forida, ci si sente in un film, diamo un’occhiata veloce a Downtown Miami (mangiamo al Whole Foods Market) e puntiamo verso Ocean Drive e alla spiaggia, bella lunga e pulita.

A South Beach c’è una bellissima passeggiata fronte mare dove poter spingere il passeggino, percorriamo chilometri costeggiando la spiaggia, adoriamo Lummus Park su Ocean Drive, che ci regala ombra e giochi per bimbi. Se avete tempo, più a nord tra la 21st e la 46th Street, c’è una passerella in legno lunga oltre due miglia.
Poche sono le spiagge attrezzate, portate l’ombrellone e non dimenticate la crema solare.

Il mare a Miami è generalmente calmo, ideale per nuotare e giocare, il vostro bimbo sarà al sicuro e voi vi godrete il meritato riposo al sole sul bagnasciuga!

baywatch house
baywatch house

In Downtown, se avanzate tempo, concedetevi un giro in battello (un’ora e mezza) e gironzolate per la zona di Bayside Marketplace con classica sosta al vicinissimo Hard Rock Cafe. Se vi trovate in Biscayne Blvd fate tappa alla simpatica catena Bubba Gump Shrimp Co, inutile dire che il menù è composto all’80% da gamberi proposti in tutti i modi, comunque buona scelta di piatti e anche il menù bambini risulta abbastanza ricco. Bella la location per chi ricorda il film Forrest Gump, davanti c’è anche la panchina dove ci si può sedere, infilare i piedi nelle scarpe e fingere di essere Forrest.

Miami beach
Miami beach

Il Miami Seaquarium riporta in rete opinioni contrastanti, se decidete di assecondare i desideri del vostro bambino e assistere agli spettacoli con orche e delfini preparate il portafoglio ad una cifra a dir poco esagerata, noi non siamo molto amanti degli spettacoli con gli animali e decidiamo di saltarlo.

Dedichiamo un’intera giornata all’isola di Key Biscayne, a meno di mezz’ora a sud di Miami.

Ci sono diversi buoni motivi per recarsi a visitare questo parco:

  • prima in assoluto la vista invidiabile dello skyline di Miami dall’isolotto a metà strada sulla Rickenbacker Causeway
  • godere di una zona verde in cui trovare tranquillità a poca distanza da Miami (approfittatene in settimana, durante il week end è molto frequentato)
  • salire al faro di Bill Baggs Cape Florida State Park
  • rilassarsi sulle tranquille spiagge sabbiose
Bill Baggs Cape Florida State Park
Bill Baggs Cape Florida State Park

Paghiamo l’entrata di 8$ per veicolo ed entriamo al Bill Baggs Cape Florida State Park, ci attendono solo oceano, sabbia e curate aree ombreggiate dove facciamo una pausa dal sole rovente (con il biglietto d’entrata potrete entrare e uscire dal parco senza problemi).
Si aggiungono al picnic scoiattoli, colorate iguane e simpaticissimi procioni, il nostro piccolo impazzisce di gioia!!

simpatici incontri
simpatici incontri

Raggiungiamo la parte più a sud del parco, per goderci il pittoresco faro e in serata torniamo nel traffico di Miami.

caratteristico faro di Bill Baggs Cape Florida State Park

ISOLE KEYS

Finalmente le Keys!!

Partiamo di buon’ora da Miami, calcolate bene i tempi perchè negli States i limiti di velocità sono una cosa seria, per percorrere i 200 km calcolate all’incirca 4 ore buone, se nei week-end anche di più.

Direzione sud percorriamo la famosissima Overseas Highway!!

Overseas Highway
Overseas Highway

La strada è più spettacolare nell’ultimo tratto, anche se solo le foto dall’alto rendono veramente l’idea.

Visti i prezzi di Key West optiamo per due notti a Marathon che dista 50 miglia (1 ora in auto).

Il tempo per il pranzo e un riposino per il cucciolo e si riparte per Mallory Square.

Key West è l’ultima delle Isole Keys, la più a sud degli Stati Uniti, la separano solo 90 miglia da Cuba.

musica dal vivo
musica dal vivo

La graziosa e pittoresca cittadina è stata l’angolo di paradiso scelto da Hemingway e da tanti artisti famosi e non è difficile capire perché …oggi si viene qui per il suo sole e l’atmosfera rilassata e alternativa.

tipica architettura di Key West
tipica architettura di Key West

Key West è un’esperienza da vivere, lasciate perdere il trenino turistico in partenza da Front Street e vivetela a piedi!!

Perdetevi nelle viuzze colorate, ballate con la musica caraibica dal vivo dei locali, sorseggiate un mojito tra gli artisti di strada, perdete i sensi gustando la rinomata Key Lime Pie.

Visitate la casa di Hemingway e divertitevi a cercare nei cortili i gatti a sei dita.

Casa Museo di E.Hemingway
Casa Museo di E.Hemingway

Arrivate per metà pomeriggio per fotografarvi davanti punto più meridionale degli Stati Uniti (mettetevi in coda e armatevi di pazienza)

Southernmost point buoy
Southernmost point buoy

Le spiagge a nostro parere sono ben lontane dai colori caraibici, quindi puntiamo su Mallory Square.

Mallory Square
Mallory Square

Beviamo una birra ghiacciata comprata da un divertente furgoncino anni 60, mangiamo conch fritters e aspettiamo il tramonto.

Qui la chiamano la Sunset Celebration : esibizioni di artisti di strada, svariate bancarelle, musica dal vivo, in attesa del famoso tramonto.

E quando le case si tingeranno di una calda luce dorata e il cielo si farà sempre più rosso, capirete perchè avete fatto tanti km per essere li.

tramonto a key west
tramonto a key west

Conserviamo ancora sulla pelle la sensazione di emozione e gratitudine, mentre lo sguardo del nostro cucciolo si incanta davanti al tramonto ci sorseggiamo la nostra birra Key West.

tramonto a key west
tramonto a key west
tramonto a key west
tramonto a key west

Non ci resta che augurarvi buon viaggio!

12 commenti in “La florida a misura di bambini: Miami e le isole Keys”
  1. Gli states sono una delle poche mete che mi attirano meno sai? Però se mi decidessi farei proprio il giro che hai raccontato tu! Segno tutto!

    1. Gli States sono immensi, dalla West Coast alla Florida, dalla Route 66 alla Real America, dal Maine a New York… le mete sono infinite e soddisfano anche il viaggiatore più esigente! Noi siamo tornati per la terza volta visitando sempre mete diverse e non ci siamo ancora stancati … torneremo ancora! 😆

  2. Key West é davvero carina! mi hai fatto venire voglia di mettere in ordine le nostre foto! Comunque concorso che la Florida é assolutamente uno stato con molta attenzione verso i bambini!

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: